Come, quando e dove si può effettuare il pagamento della tassa automobilistica a Firenze e dintorni

Simile, ma non uguale: il bollo auto è uno dei tributi che si pagano in tutto il Paese, con costi e modalità per lo più analoghi, ma non sempre identici. Come tutti i tributi locali è infatti determinato dall'amministrazione competente, in questo caso quella regionale, che può stabilire modalità e importi differenti della altre.

Per questa nuova tappa del ciclo di articoli che dedichiamo al pagamento del bollo nelle varie regioni ci spostiamo in Toscana: anche questa prevede vari metodi per assolvere al versamento, che vanno dai classici canali fisici, per esempio tabaccherie e poste, a piattaforme online, come il portale regionale per i pagamenti IRIS.

Indice:

Come si calcola il bollo auto in Toscana

Quando si deve pagare il bollo in Toscana

Pagamento bollo auto Toscana: sportelli o intermediari

Pagamento bollo auto Toscana: internet tramite pagoPA

In sintesi

Calcolo del bollo

L'importo si ricava moltiplicando i kW di potenza riportati nel libretto per la tariffa stabilita per la classe di emissioni, con un costo differente per tutti quelli che eccedono i 100 kW. Ecco la tabella specifica del 2021 (volendo si può anche utilizzare il servizio online di ACI):

Classe ambientale Fino a 100 kW di potenza Oltre i 100 kW di potenza
Euro IV, V e VI 2,71 €/kW 4,26 €/kW
Euro III 3,12 €/kW 4,91 €/kW
Euro II 3,23 €/kW 5,06 €/kW
Euro I 3,35 €/kW 5,37 €/kW
Euro 0 3,47 €/kW 5,45 €/kW
Metano, Gpl, idrogeno, elettrici 2,71 €/kW -

Occorre poi ricordare che per chi sceglie il pagamento frazionato anziché annuale gli importi sono leggermente superiori.

Quando si deve pagare il bollo Auto in Toscana

Il bollo è una tassa di possesso che in Toscana si applica a tutte le autovetture, di proprietà o in leasing, che sono iscritte al Pubblico Registro Automobilistico (PRA). In questa regione la prima quota va versata entro la scadenza del mese d’immatricolazione (o entro la fine del successivo se la vettura viene immatricolata negli ultimi 10 giorni del mese) e va rinnovata ogni anno, entro la fine del mese successivo alla scadenza.

Alcune categorie di veicoli o conducenti sono però esentate dal pagamento del bollo, come i veicoli con più di trent’anni che sono soggetti alla sola tassa di circolazione (importo fisso di 29,82 euro per gli autoveicoli e di 11,93 euro per i motoveicoli). Per ulteriori informazioni su chi può beneficiare di esenzioni o sconti sulla tassa auto si può visitare la pagina dedicata del sito di Regione Toscana.

Chi vuole conoscere la posizione tributaria del proprio veicolo può farlo registrandosi al portale dedicato alla tassa automobilistica di Regione Toscana. Registrandosi è anche possibile attivare gratuitamente il servizio di avviso di scadenza del bollo, che consente di ricevere una mail in prossimità della scadenza.

Pagamento tramite sportelli o intermediari

Anche in Toscana restano molto diffuse le forme di pagamento del bollo attraverso intermediari fisici. Chi vuole usare questi canali può rivolgersi a una moltitudine di enti ed esercizi commerciali: delegazioni ACI, Agenzie Sermetra e altre Agenzie di pratiche auto autorizzate presenti sul territorio (Isaco, PTAvant, Stanet; Agenzia Italia Net Service), esercizi convenzionati Banca 5, Poste Italiane, tabaccherie convenzionate, punti vendita Lottomatica, Banche e altri Operatori aderenti all’iniziativa PSP.

Al di là dell'intermediario scelto, il pagamento avverrà tramite la piattaforma pagoPA, dall’anno scorso unico metodo per effettuare un versamento alla pubblica amministrazione. A seconda dell’operatore scelto, alla quota del bollo può essere aggiunta una commissione di importo variabile.

Pagamento via internet tramite pagoPA

Oltre ai canali fisici, in Toscana sono disponibili dei metodi di pagamento online per versare il bollo. I residenti nella regione hanno due scelte: la prima è usare la piattaforma per i pagamenti regionale IRIS, la seconda è usare uno dei servizi di homebanking offerti dal proprio Istituto Bancario, purché questo aderisca all’iniziativa PSP (Prestatore di Servizi di Pagamento) e sia quindi accreditato alla piattaforma pagoPA.

In ogni caso infatti, il versamento avviene mediante questa piattaforma. Anche scegliendo un metodo di pagamento online è possibile incorrere in commissioni di importo variabile che si aggiungono alla tassa auto.

In sintesi

Ecco riassunte tutte le modalità di pagamento del bollo in Toscana

A) Sportelli o intermediari - Delegazioni ACI

  • Agenzie Sermetra e altre Agenzie di pratiche auto autorizzate (Isaco, PTAvant, Stanet; Agenzia Italia Net Service)
  • esercizi convenzionati Banca 5
  • Poste Italiane
  • tabaccherie convenzionate
  • punti vendita Lottomatica
  • Banche e altri Operatori aderenti all’iniziativa PSP

B) Via internet (pagoPA)

  • IRIS, portale pagamenti regionale
  • homebanking (Istituti di Credito e di Poste Italiane purché aderenti alla piattaforma pagoPA)

Come pagare il bollo nelle varie regioni