Come, quando e quanto si paga la tassa automobilistica nella terza regione italiana per numero di abitanti

Il bollo, ossia la tassa annuale che si paga per il possesso di ciascun veicolo, è un tributo regionale, su cui ciascuna amministrazione ha facoltà di decidere, in accordo con le disposizioni nazionali, tanto le tariffe quanto le esenzioni. Per questo motivo, a seconda del territorio, è utile conoscere regole, procedure e strumenti, che possono essere differenti. 

Dopo i primi due appuntamenti  capitoli dedicati a Lombardia e Lazio (sotto tutti i link), oggi ci concentreremo sulla Campania. Nella regione del Vesuvio sono diverse le soluzioni disponibili per il pagamento del bollo: si va dai classici intermediari come tabaccai e poste, fino a piattaforme online e formule di addebito diretto sul conto.

Indice:

Come si calcola il bollo auto

Quando si deve pagare il bollo auto in Campania

Pagamento bollo auto Campania: sportelli o intermediari

Pagamento bollo auto Campania: online o pagoPA

Pagamento bollo auto Campania: domiciliazione

In sintesi

Calcolo bollo auto

L'importo si ricava moltiplicando i kW di potenza riportati a libretto per la tariffa stabilita per classe di emissioni, con un costo differente per tutti quelli che eccedono i 100 kW. Ecco la tabella specifica del 2021 (volendo si può anche utilizzare il servizio online di ACI):

Classe ambientale Fino a 100 kW di potenza Oltre i 100 kW di potenza
Euro IV, V e VI 3,12 €/kW 4,69 €/kW
Euro III 3,27 €/kW 4,91 €/kW
Euro II 3,39 €/kW 5,08 €/kW
Euro I 3,51 €/kW 5,27 €/kW
Euro 0 3,63 €/kW 5,45 €/kW

Occorre poi ricordare che per chi sceglie il pagamento frazionato anziché annuale gli importi sono leggermente superiori.

Quando si deve pagare il bollo auto in Campania

Il bollo è una tassa di possesso che in Campania è dovuta da tutti i proprietari o locatari utilizzatori, in caso di leasing, di un’autovettura o motociclo iscritto al Pubblico Registro Automobilistico (PRA).

Ci sono però particolari categorie di conducenti o veicoli che possono accedere a sconti o esenzioni, come i mezzi ultratrentennali (soggetti alla sola tassa di circolazione) o le vetture a trazione elettrica (per ulteriori informazioni vedi la voce “Esenzioni” qui).

Per i residenti in Regione Campania, il saldo della prima tassa auto deve avvenire entro la fine del mese di immatricolazione (o entro quello successivo se l’immatricolazione avviene negli ultimi 10 giorni del mese). Dopodiché il bollo deve essere rinnovato ogni anno, pagando la quota nel corso del mese successivo alla scadenza dell’ultima tassa dovuta (es. pagando il primo bollo a marzo 2021, il rinnovo deve avvenire entro aprile 2022).

Per conoscere la posizione tributaria relativa ai propri veicoli si può scaricare gratuitamente ACI SPACE, la nuova app mobile di ACI, che permette di sapere se si è in regola con i pagamenti del bollo per l’anno in corso e dei precedenti quattro.

Pagamento tramite sportelli o intermediari

Il metodo certamente più diffuso per il pagamento del bollo è attraverso canali fisici, di solito enti convenzionati, anche se già dall’anno scorso tutti i pagamenti verso la Pubblica Amministrazione vengono effettuati tramite la piattaforma online pagoPA, utilizzata anche da questi intermediari ma con l’addebito di commissioni. Nelle delegazioni ACI ad esempio, si aggiunge una commissione di 2,37 euro.

Quindi, questa modalità può magari essere la più comoda ma non è la più economica. In ogni caso, in Campania sono numerosi i canali fisici attraverso i quali saldare il bollo: chi sceglie questa soluzione può infatti rivolgersi a Delegazioni ACI, Agenzie Sermetra e altre agenzie di pratiche auto autorizzate, uffici postali, tabaccherie accreditate e ATM che erogano questo servizio.

Pagamento via internet tramite pagoPA

Come accennato, già da qualche anno si può utilizzare la piattaforma per i pagamenti online pagoPA per tutti i versamenti alla Pubblica Amministrazione, che anche nella Regione Campania permettono di saldare la tassa automobilistica via internet.

Chi opta per questa soluzione può: affidarsi al servizio My Pay della Regione, utilizzare il servizio Bollonet di ACI per il pagamento del bollo online, pagare attraverso il sito Telepass; pagare con i sistemi di homebanking degli Istituti di Credito che prevedono questo servizio. Anche in questo caso all’importo relativo alla tassa possono applicarsi ulteriori commissioni determinate dalla modalità di pagamento, che variano a seconda del servizio scelto.

Pagamento tramite domiciliazione bancaria

Il pagamento del bollo tramite addebito diretto su conto bancario è una soluzione sempre più diffusa, anche perché diversi enti regionali lo propongono come soluzione più semplice ed economica. La Campania è tra questi: chi attiva l’addebito diretto sul proprio conto corrente, oltre a non dover temere di essere in ritardo con il saldo e incorrere in sanzioni, beneficia di uno sconto del 10% sull’importo dovuto per ciascuna imposta.

Possono accedere a questa modalità di pagamento sia persone fisiche che giuridiche (anche pubbliche) residenti in Campania e si può pagare anche per conto di terzi. Per attivare l’addebito diretto sul conto basta compilare il modulo online (che trovate qui) e inviarlo firmato via posta elettronica a domiciliazione.tassaauto@regione.campania.it .

In sintesi

Ecco riassunte tutte le modalità di pagamento del Bollo In Campania

A) Tramite sportelli o intermediari

  • Delegazioni ACI
  • sportelli e ATM degli istituti di Credito accreditati (aderenti alla piattaforma pagoPA)
  • uffici di Poste Italiane
  • tabaccherie convenzionate
  • Agenzie Sermetra e altre agenzie di pratiche auto

B) Tramite internet (pagoPA)

  • My Pay di Regione Campania
  • Bollonet di ACI
  • Sito Telepass
  • homebanking (Istituti di Credito e di Poste Italiane purché aderenti alla piattaforma pagoPA)

C) Tramite domiciliazione bancaria

  • Autorizzando l'addebito automatico tramite posta elettronica

Come pagare il bollo nelle varie regioni