Breve guida al pagamento della tassa automobilistica nell'isola più grande d'Italia

Il bollo auto è uno dei tributi che si pagano in tutta Italia, ma non in modo sempre del tutto identico. Alcune regioni offrono infatti più strumenti e opportunità per provvedere di altre, qualcuna estende le esenzioni ad un numero maggiore di tipologie di veicoli. Questo perché trattandosi di un tributo locale importi e regolamenti possono essere determinati autonomamente dalle amministrazioni regionali.

Quella che andiamo ad esaminare questa volta è la Sicilia, che non ha soltanto il primato di isola più grande, ma anche quello di regione italiana con la maggiore estensione, anche se è soltanto quinta per popolazione. Dunque dati alla mano, meno trafficata delle altre, fatta eccezione per le grandi città. Per quanto riguarda il bollo ci sono diverse opzioni per versare la tassa, dai tipici intermediari fisici, come le poste e i tabacchi, alle nuove modalità di pagamento online. Alla fine dell'articolo trovate tutti i link, regione per regione.

Indice:

Calcolo bollo auto

Classe ambientale Fino a 100 kW di potenza Oltre i 100 kW di potenza
Euro IV, V e VI 1,90 €/kW 2,85 €/kW
Euro III 1,99 €/kW 2,98 €/kW
Euro II 2,06 €/kW 3,09 €/kW
Euro I 2,13 €/kW 3,20 €/kW
Euro 0 2,21 €/kW 3,31 €/kW

Quando si deve pagare il bollo auto in Sicilia

Il bollo è dovuto da tutti coloro che risultano proprietari o locatari utilizzatori, in caso di prestito a lungo termine, di un’autovettura iscritta al Pubblico Registro Automobilistico (PRA). In generale, in Sicilia il primo versamento va effettuato entro 6-8 mesi dalla prima immatricolazione (ulteriori informazioni qui), con validità di 12 mesi. La tassa deve poi essere rinnovata ogni anno, entro la fine del mese successivo alla scadenza (per esempio: se scade ad aprile entro la fine di maggio).

Ci sono poi alcune categorie di vetture che beneficiano di esenzioni dal pagamento del bollo, come i veicoli ultratrentennali, soggetti alla sola tassa di circolazione (diritto fisso pari a 25,82 euro per i veicoli e 10,33 euro per i motoveicoli). Per ulteriori informazioni circa esenzioni e sconti, per esempio in caso di conducenti con disabilità o veicoli a trazione elettrica, si può visitare la pagina del portale ACI dedicata alla Regione Sicilia, alla voce “Riduzioni ed Esenzioni”.

Chi vuole conoscere la posizione tributaria relativa ad un determinato veicolo può scaricare gratuitamente la nuova app mobile ACI SPACE che consente di tenere sotto controllo tutti i dati relativi alle proprie autovetture.

Pagamento tramite sportelli o intermediari

Come accennato poco sopra in Sicilia ci sono diversi metodi per il pagamento del bollo e una delle soluzioni più diffuse è di rivolgersi a uno degli intermediari abilitati, ovvero dei Prestatori di Servizi di Pagamento (PSP) accreditati sulla piattaforma online pagoPA. Dallo scorso anno, infatti, tutti i versamenti indirizzati alla Pubblica Amministrazione devono necessariamente passare tramite questa piattaforma.

Sull’isola i canali fisici a cui si può fare riferimento sono: le Delegazioni ACI, le Agenzie Sermetra e le altre Agenzie di pratiche auto autorizzate presenti sul territorio (Isaco, PTAvant, Stanet; Agenzia Italia Net Service), gli esercizi convenzionati Banca 5, gli uffici di Poste Italiane, i punti vendita Lottomatica, Istituti Bancari e altri operatori aderenti all’iniziativa PSP.

Di solito all’importo dovuto viene applicata una commissione, il cui costo varia a seconda dell’intermediario scelto.

Pagamento via internet tramite pagoPA

Chi ai canali fisici preferisce una modalità online può invece pagare il bollo comodamente da casa. In Sicilia sono due le possibilità tra cui si può scegliere, che in ogni caso utilizzano per il versamento la piattaforma pagoPA: la prima è pagare tramite i servizi di homebanking degli Istituti bancari accreditati come Prestatori di Servizi di Pagamento; la seconda è effettuare il pagamento attraverso il servizio Bollonet gestito da ACI.

Pagare la tassa auto via internet può comunque comportare delle commissioni, che variano a seconda della modalità scelta.

In sintesi

Ecco riassunte tutte le modalità di pagamento del bollo in Sicilia

A) Tramite sportelli o intermediari

  • Delegazioni ACI e altre agenzie di pratiche auto
  • Agenzie Sermetra e altre Agenzie di pratiche auto presenti sul territorio (Isaco, PTAvant, Stanet; Agenzia Italia Net Service)
  • esercizi convenzionati Banca 5
  • sportelli e ATM degli istituti di credito accreditati (PSP aderenti alla piattaforma pagoPA)
  • uffici di Poste Italiane
  • tabaccherie abilitate e punti Lottomatica

B) Tramite internet (pagoPA)

  • Infobollo Homebanking (Istituti di Credito e di Poste Italiane purché aderenti alla piattaforma pagoPA)

Come pagare il bollo nelle varie regioni