Verrà assemblata nella fabbrica di Russelsheim e non più in quella inglese di Ellesmere Port in quella polacca di Gliwice

Lanciata la nuova generazione di Corsa per Opel è arrivato il momento di focalizzarsi su un’altra importante novità – in arrivo nel 2021 – vale a dire la nuova Astra. Un modello molto importante per la Casa tedesca e pronto, come già avvenuto per la Corsa, a beneficiare delle tecnologie del Gruppo PSA.

Base comune

La compatta del Fulmine sarà infatti basata sulla piattaforma modulare EMP2, la stessa di (solo per citarne alcune) Peugeot 3008, Citroen C5 Aircross, DS 7 Crossback e Opel Grandland X. Una base ormai collaudata e pronta per essere elettrificata, come dimostrato dalle versioni ibride plug-in di 3008 e 508, con un motore elettrico alimentato a batterie per percorrere circa 50 km in modalità emissioni zero.

Di dettagli tecnici e stilistici naturalmente non ce ne sono ancora e per iniziare a scoprire cosa riserverà la nuova Opel Astra manca ancora tanto tempo. Anche perché per la fine di quest’anno è previsto l’arrivo del restyling, probabile protagonista al prossimo Salone di Francoforte (12 – 22 settembre).

Guardando però a quanto fatto dalla Corsa è naturale attendersi un impianto luci a matrice di LED completamente rinnovato, un infotainment ancora più potente e sistemi di assistenza alla guida sempre più raffinati e precisi.

Opel Astra Sports Tourer

Ritorno a casa

Altra notizia importante che riguarda la nuova Opel Astra è la fabbrica che la ospiterà. Con la nuova generazione infatti la compatta tedesca abbandonerà gli impianti di Ellesmere Port (Regno Unito) e Gliwice (Polonia) per tornare a casa ed essere assemblata nello stabilimento di Russelsheim, dove sorge il quartier generale di Opel e dove già viene fabbricata la Insignia.

La Casa tedesca ha già avviato colloqui con i sindacati per prepensionamenti da offrire agli impiegati nati prima del 1963 e per assumere 120 nuovi apprendisti ogni anno. Naturalmente verranno effettuati importanti investimenti per aggiornare la linea produttiva, dove (almeno all’inizio) i lavoratori si alterneranno su 2 turni.

Fotogallery: Opel Astra Sports Tourer