L'auto familiare per eccellenza, pratica e versatile da molti professionisti, ma pure "sportiva" all'occorrenza. Eccone pregi e difetti

Familiare, Giardinetta, Combi (o Kombi se vi piace il tedesco), per arrivare ai nomi "propri" usati da specifici costruttori come Variant (Volkswagen), Avant (Audi), Touring (BMW) Sports Tourer (Opel e Seat). Per tutti, universalmente, con "station wagon" si intende l'auto da famiglia per eccellenza, la più immediata alternativa alla berlina per chi ha più bisogno di volume di carico e praticità.

Il termine "station wagon" per la verità non è nato per indicare l'impiego familiare, ma ha alle spalle un aneddoto più curioso: secondo la versione più accreditata, erano chiamati così i carri coperti utilizzati per trasportare i bagagli alla stazione ferroviaria. Le prime interpretazioni in campo automobilistico risalirebbero agli Anni '30, mentre già dagli anni '60 i costruttori hanno iniziato ideare e produrre in grande serie questa variante di carrozzeria.

Spazio e comodità senza pari

Normalmente una wagon deriva da una berlina a 4 o 5 porte: nel primo caso spesso è lunga quanto la berlina stessa, a volte qualche cm in più, e grazie alle forme ottimizzate ha un bagagliaio più generoso soprattutto in verticale, mentre per i modelli che derivano da una hatchback la differenza dimensionale e di capacità è più evidente. Infatti, rappresenta spesso la seconda scelta anche per le flotte aziendali.

Le wagon sono molto diffuse a partire dal segmento C e rimangono piuttosto rare tra le utilitarie, con qualche eccezione come ad esempio la Renault Clio, che ne ha proposta una versione per due generazioni, e la Seat Ibiza, mentre la Skoda Fabia è tra le pochissime che la mantiene ancora in gamma, soprattutto per soddisfare una specifica richiesta di alcuni mercati esteri.

Fotogallery: Fiat Tipo Station Wagon restyling

Il vantaggio principale della wagon è nell'unione di spazio e accessibilità: il vano di carico di una familiare offre infatti più superficie e una soglia di acceso più bassa rispetto a quelle di monovolume e SUV della stessa taglia, che sovente offrono vani di cubatura analoga ma sviluppati maggiormente in altezza, come ben evidenziato dalla tabella qui sotto che mette a confronto tre modelli della stessa Casa e segmento.

  Renault Megane Sporter Renault Scenic Renault Kadjar
Lunghezza 463 cm 441 cm 449 cm
Capacità bagagliaio 521/1.504 litri 506/1.554 litri 527/1.478 litri
Lunghezza vano di carico 95 cm 62,5 cm 86,4 cm

Fotogallery: Skoda Fabia Wagon

Ci sono però anche vantaggi che vanno oltre il carico: avendo una forma più "dritta" e un tetto che non discende se non nell'ultima parte, l'abitacolo è più arioso e spazioso anche per i passeggeri posteriori, caratteristica amplificata da dotazioni che comprendono spesso sedili frazionabili in tre parte invece che due o, in casi particolari come quelli di Peugeot 307 SW e 308 SW prima generazione, modelli addirittura con tre poltrone singole.

Inoltre alcune vetture di classe superiore hanno a lungo offerto l'opzione dei 7 posti (per esempio le vecchie Volvo V70 sebbene con panchette adatte più ai bambini), prima di cedere questo compito ai SUV.

A qualcuno piace... meno

Lo scotto di questo sviluppo orizzontale e di una versatilità interna tra le migliori si paga, come già accennato, in termini di ingombro e di immagine. La wagon infatti non è mai stata considerata la più elegante delle carrozzerie, anche se va detto che questo accadeva soprattutto in passato, quando gli allestimenti guardavano più all'utilità che non al colpo d'occhio e dunque la forma era spesso tronca, pesante e poco lavorata.

Fotogallery: Volvo V90 restyling (2020)

Ai giorni nostri le moderne "argomentazioni" in fatto di design hanno migliorato il percepito delle familiari, tanto che alcuni modelli oggi appaiono addirittura più gradevoli nelle versioni wagon rispetto alle stesse berline. Specie se queste hanno uno stile di gusto non universale come accade, ad esempio, con la Volvo S90 e V90, quest'ultima ottima interprete della celebrata tradizione della casa svedese in fatto di familiari.

Un caso a parte rimangono le "Shooting Brake", wagon particolarmente filanti e dal tono sportivo: oggi le propongono Mercedes come variante della CLA (e in precedenza a che della CLS), Volkswagen per la Arteon e Kia, che ha scelto questa configurazione per la ProCeed che ha preso addirittura il posto della classica coupé.

Fotogallery: Volkswagen Arteon Shooting Brake R

Prestazioni ed efficienza

In generale, anche con dimensioni uguali, una wagon tende ad essere oltre che più costosa anche più pesante e meno efficiente sotto l'aspetto aerodinamico di una berlina a tre volumi, senza contare che si presta ad essere caricata di più e più frequentemente, dunque consumi e prestazioni nell'uso quotidiano finiscono per essere penalizzati.

Tuttavia, a livello di motorizzazioni e allestimenti, oggi le Case trattano ormai le familiari alla pari delle berline, offrendole pure nelle versioni più performanti. Anzi, in qualche caso particolare, come quello di Audi, i modelli più veloci come le RS 4 e RS 6 sono proposti soltanto con carrozzeria Avant.

Wagon vs berline: prezzi, prestazioni e consumi a confronto

Modello Opel Insignia Grand Sport 2.0 CDTI Business Opel Insignia Sports Tourer 2.0 CDTI Business

Audi A4 45 TFSI quattro

S tronic

Audi A4 Avant 45 TFSI quattro

S tronic

Mercedes

C 180 d Auto Executive

Mercedes

C 180 d Auto

Executive SW

Lunghezza 4,90 metri 4,99 metri 4,76 metri 4,76 metri 4,76 metri 4,77 metri
Bagagliaio 490 litri 560/1.665 litri 480 litri 505/1.510 litri 480 litri 490/1.510 litri
Peso 1.582 kg 1.633 kg 1.645 kg 1.685 kg 1.505 kg 1.585 km
Velocità max 228 km/h 225 km/h 210 km/h 210 km/h 207 km/h 201 km/h
0-100 km/h 8,7 secondi 8,9 secondi 5,5 secondi 5,7 secondi 11,4 secondi 11,7 secondi
Consumo 4,3 l/100 km 4,4 l/100 km 7 l/100 km 7,1 l/100 km 4,2 l/100 km 4,3 l/100 km
Prezzo base 36.500 euro 37.500 euro 50.400 euro 52.000 euro 38.453 euro 39.833 euro

Station Wagon

I pregi

  • Il vano di carico più ampio e accessibile
  • Maggiore comodità anche per i passeggeri posteriori
  • Possibilità di 7 posti su modelli medi e superiori
  • Ideali per i nostri amici a quattro zampe (con idonea rete separatoria)

I difetti

  • Ingombro in lunghezza
  • Forme non apprezzate da tutti
  • Peso, e consumi e prezzo maggiori del berline (ma minori di SUV e MPV)