Lo sviluppo della GT3 dei record ha portato la Casa tedesca ad un lavoro lunghissimo in laboratorio e in pista

Emergono dettagli interessanti sullo sviluppo della nuova 911 GT3. Una supercar così speciale ha richiesto delle prove su strada altrettanto speciali e a riferirlo è la stessa Porsche in un comunicato che descrive le varie fasi dello sviluppo.

In sostanza, i collaudatori di Porsche non si sono limitati a macinare chilometri per verificare l’affidabilità in condizioni “normali” e di vita quotidiana. Tra galleria del vento e test in pista, la creazione della 911 GT3 ha poco da invidiare a quella di una vera auto da corsa.

Aerodinamica raffinatissima

La GT3 rappresenta l’evoluzione più estrema della 911, tanto che ha già stabilito un nuovo record al circuito del Nurburgring.

L’aerodinamica è stata sviluppata a lungo dagli ingegneri tedeschi, i quali hanno montato un alettone regolabile diverso da quelli che siamo abituati a vedere. In questa 911, i braccetti sostengono l’ala posteriore nella zona superiore e creano così un maggior flusso d’aria nella parte inferiore. Secondo Porsche, questa soluzione ha permesso di migliorare la deportanza e la stabilità dell’auto.

Porsche 911 GT3, i test a 300 all’ora per 5000 km
Porsche 911 GT3, i test a 300 all’ora per 5000 km

A 200 km/h la 911 GT3 genera, in media, il 50% di deportanza in più rispetto al modello precedente. Nell’impostazione più aggressiva dell’ala, la deportanza aumenta, invece, fino al 150%. L’incredibile risultato è stato raggiunto attraverso 700 simulazioni e 160 ore di lavoro nella galleria del vento, oltre all’utilizzo di componenti derivati dal mondo delle corse.

A tutto gas

Anche lo sviluppo del 4.0 a sei cilindri ha richiesto tantissimo lavoro a Porsche. In una prima fase, il propulsore è stato messo alla prova per oltre 22 mila ore simulando l’utilizzo in pista con l’acceleratore al massimo per buona parte del tempo.

Come si diceva, però, oltre ai test in laboratorio, la 911 è stata portata anche in pista. Per valutarne l’affidabilità in un utilizzo estrema, Porsche ha affrontato oltre 5000 km nell’Anello di Nardò all’incredibile velocità media di 300 km/h fermandosi solo per i rifornimenti.

Porsche 911 GT3, i test a 300 all’ora per 5000 km
Porsche 911 GT3, i test a 300 all’ora per 5000 km

Ricordiamo che il motore si basa sulla 911 GT3 R da corsa ed è praticamente lo stesso della 911 GT3 Cup. Le uniche differenze riguardano l’impianto di scarico e la centralina. Con una potenza di 510 CV e una coppia di 470 Nm, la nuova unità risulta più potente di 10 CV e 10 Nm rispetto alla precedente GT3.

La GT3 arriverà in concessionaria a maggio con un prezzo di partenza di circa 172 mila euro.

Fotogallery: Porsche 911 GT3, i test a 300 all’ora per 5000 km