Il 2022 sarà un anno da ricordare per chi ama le station wagon: quest'anno infatti, dopo decenni di attesa, arriverà la BMW M3 Touring, versione iper vitaminizzata della station media bavarese. Un modello mai visto prima, che aveva lasciato unicamente a berlina e coupé il compito di rappresentare la massima espressione della sportività dell'Elica nel segmento D, lasciando campo libero alle rivali Audi RS4 Avanti e Mercedes C63 AMG Wagon.

Per aumentare l'hype degli appassionati in quel di Monaco di Baviera hanno deciso di inaugurare il 2022 proprio con un teaser dedicato alla BMW M3 Touring, portando la super station wagon in una location davvero particolare.

Come berlina e coupé, ma per la famiglia

Il muletto di M3 Touring è ancora ben camuffato e nasconde ogni centimetro della carrozzeria, anche se non è difficile immaginare che sotto la pellicola si trovi lo stesso trattamento estetico riservato a M3 ed M4.

 

Prese d'aria maggiorate, nuove appendici aerodinamiche e - unico elemento che si fa notare anche da lontano -  il super doppio rene che tanto ha fatto discutere. Ma ciò che conta davvero è quello che si troverà sotto al cofano.

Al pari delle sorelle M3 ed M4 infatti anche la M3 Touring monterà il 3.0 6 cilindri disponibile in 2 step di potenza: 480 CV per la "base", 510 CV per la Competition. Per chi con la famiglia vorrà andare veloce o ancora più veloce.

Solo 2 o tutte e 4

Rimane da capire come sarà il resto dello schema meccanico: berlina e coupé firmate dal reparto Motorsport di BMW infatti possono avere sia la trazione posteriore sia la nuova integrale M xDrive, con la possibilità quindi di trasferire la coppia non solo alle ruote posteriori ma anche alle anteriori in caso di scarsa aderenza.

Foto spia vista frontale BMW M3 Touring 2022
BMW M3 Touring 2022, foto spia al Nurburgring
2022 BMW M3 Touring Rear View Spy Photo
BMW M3 Touring 2022, foto spia al Nurburgring

La coppia è distribuita elettronicamente sui due assi e, nel caso delle ruote posteriori, è il differenziale attivo M a gestire la potenza. Sia il sistema M xDrive che il differenziale attivo M sono collegati direttamente al controllo di stabilità per garantire reattività, agilità e efficacia nella gestione del sottosterzo e del sovrasterzo. La trazione può essere gestita grazie a 3 differenti modalità: 4WD, 4WD Sport (con l'asse posteriore privilegiato nel ricevere coppia) o 2WD, con le sole ruote posteriori a spingere la station bavares.e

Di serie è previsto il cambio automatico a 8 rapporti, mentre per avere il manuale - e la sola trazione posteriore - bisognerà optare per la BMW M3 Touring da 480 CV.

La presentazione dovrebbe avvenire nei primi mesi dell'anno e sarà solo una delle tante novità BMW per il 2022, con la gamma Motorsport che porterà ben 4 nuovi modelli per festeggiare i suoi primi 50 anni di vita.

Fotogallery: I nuovi test della BMW M3 Touring al Nurburgring

Fonte: CarPix