Una supercar per ogni terreno? Fino a qualche anno fa, modelli di questo tipo prendevano vita solo nei Saloni come concept o come puri esercizi di stile. Oggi il contesto è decisamente diverso: la moda dei SUV si è allargata anche ad altri segmenti e tra questi c’è proprio quello delle sportive.

Così, come Lamborghini sta preparando una Huracan in versione Sterrato, anche Porsche è al lavoro su una 911 da fuoristrada. Rinominata 911 Dakar, la supercar nota fino ad ora come 911 Safari dovrebbe seguire le orme della Taycan Cross Turismo combinando prestazioni elevate e una grande versatilità e l’abbiamo immaginata in un nostro render esclusivo.

Ha messo la “corazza”

È stata proprio la Taycan Cross Turismo ad avviare in Porsche questa “fusione” di stili tra la supercar pure e crossover/SUV capaci di offrire un buon grado di praticità. Nella nostra ricostruzione grafica realizzata a seguito dei numerosi avvistamenti su strada e sul circuito del Nurburgring, la 911 Dakar riprende proprio alcuni elementi della cugina elettrica.

Foto - Porsche 911 Safari, le foto spia

Il classico corpo da 911 è abbinato a un’armatura per passaruota, paraurti e sottoscocca in grado di rendere la Porsche maggiormente adatta ad affrontare pietrisco e sterrato. Rispetto alla Cross Turismo, però, l’altezza da terra dovrebbe essere più evidente grazie alla presenza di sospensioni a escursione elevata per gestire meglio salti e dislivelli.

La 911 Dakar dovrebbe essere proposta con l’ala posteriore fissa e con pneumatici dotati di spalla generosa per aumentare il comfort sulle asperità della strada. L’abitacolo potrebbe ricevere nuovi rivestimenti e una strumentazione specifica orientata anche all’off-road.

Ricorda le sue origini

Lo stesso nome “Dakar” è un omaggio alla storia di Porsche. Era il 1972 quando il pilota polacco Sobieslaw Zasada conquistava il secondo posto nell’East African Safari Rally a bordo di una 911 leggermente modificata. Nel 1986 fu il turno di tre leggendarie 959 che chiusero in prima, seconda e sesta posizione la Parigi-Dakar.

Porsche 959 Paris-Dakar (1985) - 5,34 milioni di euro

Insomma, Porsche e lo sterrato hanno un rapporto che va avanti da tempo, così come quello col motore boxer. Sotto al cofano della 911 Dakar, infatti, dovrebbe nascondersi il 3.0 sei cilindri da 447 CV e 528 Nm di coppia della Carrera 4S con l'immancabile trazione integrale. Le informazioni non sono state confermate dalla Casa tedesca, che non ha neppure annunciato la data di presentazione.

È probabile, comunque, che la nuova declinazione della 911 veda la luce entro la metà del 2022, mentre i primi esemplari potrebbero essere prodotti entro la fine dell’anno.

Fotogallery: Porsche 911 Safari, le foto spia