Non è un segreto che la Cina è di gran lunga il mercato automobilistico più importante del mondo. Non è solo il più grande in termini di unità prodotte e vendute, ma è anche diventato un importante hub per la ricerca e lo sviluppo, e il luogo dove si possono trovare auto elettriche a prezzi accessibili.

Mentre Stati Uniti, Europa, Giappone e Corea sono mercati maturi che non crescono più, la Cina è ancora una fonte importante di crescita e di profitti per la stragrande maggioranza delle Case automobilistiche di tutto il mondo.

La sua forza è l'enorme domanda interna che permette a molte marche di vendere molti modelli a tutti i tipi di clienti. Ci sono opportunità per chiunque se c'è una chiara pianificazione del prodotto e le auto soddisfano gli utenti in termini di design e dimensioni. Per esempio, i consumatori in Cina non sono appassionati di utilitarie o utilitarie compatte, auto sportive e van. Al contrario, amano tutti i tipi di SUV, berline compatte e grandi, e anche pickup.

Poi hanno un forte sostegno da parte del governo. L'industria automobilistica e la sua espansione globale fanno parte del piano di crescita economica stabilito da Partito comunista. Lo sviluppo dell'automobile cinese è al centro dell'economia. Di conseguenza, i progressi compiuti dai produttori locali sono considerevoli. Ma le ultime auto Made in China sono allo stesso livello delle auto europee, americane, coreane e giapponesi?

Una questione di gusti

Quando si tratta di design, la risposta è chiara: sì, le auto cinesi sono allo stesso livello. Gli ultimi modelli introdotti presentano forme molto interessanti che li rendono moderni, freschi e con molta personalità. L'auto cinese non è più la "copia" vecchio stile.

Il design può essere una questione soggettiva, ma è vero che dietro le carrozzerie di tante nuove vetture prodotte dai cinesi ci sono i designer occidentali. Infatti, molte delle aziende di quel Paese hanno centri di progettazione in Europa e negli Stati Uniti. Il modo in cui un'auto appare è una delle prime cose su cui un nuovo marchio deve lavorare, soprattutto se è sconosciuta all'estero.

Ci sono molti esempi: SUV e berline di NIO; BYD Han e Tang; la Chery Arrizo 8 recentemente rivelata; Changan SL03, UNI-V, UNI-K e UNI-T. L'Avatr 11 è anche uno dei più belli. La GAC GS8 e lo squadrato e interessante Haval Big Dog, Cool Dog e H-DOG.

BYD Tang
BYD Tang
La prima NIO Power Swap Station 2.0 entra in funzione a Pechino
NIO Power Swap Station 2.0
Hongqi E-HS9
Hongqi E-HS9

Nel segmento premium il marchio Hongqi non delude con H9 e E-HS9. Geely, uno dei più grandi, brilla con la Xingyue L e Preface. Il suo marchio gemello ZEEKR offre la 001, come una moderna grande berlina.

Anche tutta la gamma Lynk & Co è molto attraente e originale. Li Auto ha ONE e L9, come due SUV moderni e belli. Voyah, il marchio premium di Dongfeng, ha il SUV gratuito. MG ha appena presentato la MG7, che potrebbe essere facilmente un rivale della Kia Stinger; La Hozon Neta S è una splendida grande berlina con un design molto unico. La Tank 500 è anche un particolare SUV di grandi dimensioni. Xpeng, disponibile in Europa, ha il G9, un SUV enorme.

Migliorano la qualità e la tecnologia

Dietro il design accattivante, i cinesi stanno lavorando duramente per migliorare la qualità delle loro auto. Cosa che si può dire riguardo ai materiali utilizzati e al modo in cui le auto sono costruite, quasi nessuna differenza rispetto alle loro rivali provenienti da ovest. Lo stesso accade alla tecnologia impiegata, con soluzioni di navigazione, comunicazione e software molto interessanti che in molti casi sono al di sopra della media all'estero.

Motor1 Numbers NIO BYD China

Mancanza di consapevolezza, reputazione e patrimonio

Mancano tre elementi per vedere le auto cinesi dominare sulle strade del mondo: consapevolezza, reputazione e patrimonio. I primi due possono essere risolti introducendo automobili più attraenti e di alta qualità. I consumatori di tutto il pianeta inizieranno a saperne di più sulle auto cinesi, una volta che avranno colpito i loro mercati con auto competitive. Ciò aiuterà immediatamente a migliorare la cattiva immagine che i prodotti cinesi hanno in molte parti del mondo. Giappone e Corea possono raccontare la loro esperienza.

L'eredità è un po' più complicata. La Cina non ha una lunga storia di produzione di auto e questo si rivela piuttosto impegnativo per i marchi che competono nei segmenti premium.

Motor1 Numbers NIO BYD China

In ogni caso, c'è ancora molta strada da fare. Nel 2021, gli oltre 125 marchi cinesi che hanno venduto auto, hanno totalizzato 13,2 milioni di unità in tutto il mondo. Cioè il 21% in più rispetto al totale venduto nel 2020, in contrasto con la crescita del 6% registrata dal mercato globale.

Motor1 Numbers NIO BYD China

Da questo totale, le unità vendute all'estero ammontavano a circa 885.000 unità, che è un po' meno del 7%. Tuttavia, le vendite all'estero sono aumentate del 113% rispetto al 2020.

L'autore dell'articolo, Felipe Munoz, è Automotive Industry Specialist di JATO Dynamics.