La nuova Porsche Macan rappresenterà uno snodo cruciale per il futuro elettrico del marchio. Anche se i primi esemplari saranno in concessionaria nel 2024, la seconda generazione è in fase di test da più di un anno e ciò ci ha permesso di raccogliere tante informazioni sul suo conto. Dalla batteria alle possibili prestazioni, ecco una panoramica completa sul primo SUV a batteria di Zuffenhausen.

Più potente di una 911 GT3

Oltre alle foto spia e ai teaser ufficiali degli scorsi mesi, di recente il nostro Flavio Atzori ha potuto vedere da vicino un muletto della Macan elettrica. Il design resta ancora tutto da scoprire, anche se molto probabilmente verranno ripresi diversi elementi stilistici della Taycan, mentre le forme potrebbero essere più da coupé per migliorare l’aerodinamica e l’efficienza complessiva.

Alla base della Porsche ci sarà la piattaforma PPE (Premium Platform Electric), un’architettura da 800 Volt estremamente versatile che può ospitare modelli dal segmento B al segmento D. Il passo può variare tra 2,89 e 3,08 metri, mentre l’altezza da terra può passare da 152 a 217 mm.

Il powertrain sarà composto da batterie con un rapporto nichel, cobalto e manganese di 8:1:1 e una capacità intorno ai 100 kWh. Si potrà ricaricare in corrente continua fino a 270 kW, mentre i due motori elettrici potranno sprigionare una potenza massima di 612 CV e più di 1.000 Nm di coppia. L’autonomia dovrebbe attestarsi intorno ai 600 km.

A seconda delle versioni, ci saranno modelli a trazione posteriore e integrale, mentre il peso sarà “significativamente inferiore a 2.500 kg”, con un bilanciamento di 48:52 tra avantreno e retrotreno.

Il primo passo

La nuova Macan non sarà solo potente, ma anche molto avanzata dal punto di vista tecnologico. La Porsche monterà una piattaforma studiata da Cariad, la divisione software di Volkswagen, la quale ha subito dei forti ritardi negli ultimi mesi. Una volta pronta, comunque, questa soluzione implementerà funzioni avanzate come la guida autonoma e le tecnologie over-the-air di nuova generazione.

Foto - Porsche Macan EV e PPE

La Porsche uscirà dall’impianto di Lipsia e l’idea di Albrech Reimold (capo della produzione della Casa) è di arrivare a vendere 80.000 esemplari nel lungo periodo, lo stesso numero delle Macan a benzina e diesel vendute finora.

La famiglia di modelli elettrici, comunque, si allargherà ulteriormente nei prossimi anni. Per permettere a Porsche di vendere l’80% di BEV entro il 2030 arriveranno anche la Cayenne elettrica (basata sempre sulla PPE), un inedito SUV a 7 posti e le nuove generazioni di Taycan e Panamera. Questi ultimi tre modelli nasceranno dall’architettura SSP.

Fotogallery: La Porsche Macan elettrica e la piattaforma PPE