La Dacia Duster era una delle novità più attese degli ultimi mesi 2024 e dopo la presentazione di fine 2023 è finalmente ordinabile, con prezzi a partire da 19.700 euro e per la prima volta anche con motorizzazioni elettrificate, sia mild hybrid (anche a trazione integrale) sia full hybrid.

Una gamma motori molto simile a quella della Suzuki S-Cross, sovrapponibile alla Duster anche per quanto riguarda le dimensioni. Ecco quindi un testa a testa tra i due SUV compatti.

Esterni

Con la nuova generazione la Dacia Duster non ha guadagnato centimetri in lunghezza, rimanendo ancorata a 4,34 metri. Lo stile invece è completamente nuovo, più moderno grazie al frontale ridisegnato e più "muscoloso", a integrare le luci full LED con il tipico disegno a Y rovesciata del resto della gamma. Le protezioni in plastica lungo i profili sono sempre presenti, a dare un aspetto da offroad e il tetto rimane perfettamente parallelo al terreno per non rubare spazio in abitacolo.

Anche la Suzuki S-Cross non cede alle mode dei SUV coupé e in lunghezza perde appena 4 cm rispetto alla concorrente. Anche lei presenta inserti in plastica nera su passaruota e minigonne, per sottolineare una vocazione anche fuoristradistica, inserita da sempre nel DNA della Casa.

<p>Dacia Duster</p>

Dacia Duster

<p>Suzuki S-Cross</p>

Suzuki S-Cross

Modello Lunghezza Larghezza Altezza Passo
Dacia Duster 4,34 metri 1,81 metri 1.65 metri 2.65 metri
Suzuki S-Cross 4,3 metri 1,78 metri 1,58 metri 2,6 metri

Interni 

La rivoluzione maggiore della Dacia Duster 2024 è negli interni, completamente ridisegnati e molto più curati e tecnologici. Anche se nella versione base - la Essential - la dotazione è ridotta all'osso e mancano sia il monitor centrale sia la strumentazione digitale. Scelta che si inserisce nella tradizione della Casa, a offrire ciò che è davvero essenziale lasciando fuori il superfluo, a beneficio del prezzo di listino.

Nelle versioni più ricche la strumentazione digitale è visualizzata su un monitor da 7" mentre al centro, in posizione rialzata, è presente uno schermo touch da 10,1" per il sistema di infotainment, compatibile con Android Auto e Apple CarPlay anche in modalità wireless. Al di sotto rimangono i pulsanti fisici per la climatizzazione mentre il tunnel centrale ospita la piastra per la ricarica a induzione dello smartphone, il piccolo selettore della trasmissione by wire (per le versioni con cambio automatico) e vari porta oggetti.

Lo spazio è buono, chi siede sul divanetto posteriore ha disposizione i centimetri che servono per testa e gambe e due prese USB di tipo C, ma nessuna bocchetta di ventilazione. Il bagagliaio è cresciuto in capacità di carico e ora va da un minimo di 473 a un massimo di 1.373 litri.

<p>Dacia Duster 2024, gli interni</p>

Dacia Duster 2024, gli interni

La Suzuki S-Cross all'interno rinuncia alla strumentazione digitale mentre al centro - anche in questo caso in posizione rialzata - si trova il monitor da 7" o 9" del sistema di infotainment, naturalmente compatibile con i vari sistemi di mirroring anche senza dover utilizzare il cavo. 

In posizione ribassata sono presenti i comandi fisici per il climatizzatore e una sola presa USB di tipo A, mentre non è disponibile nemmeno come optional il vano per la ricarica wireless dello smartphone.

A livello di spazio la Suzuki S-Cross replica quanto visto sulla Dacia Duster e anche i passeggeri più alti non sono sacrificati quando siedono sul divanetto posteriore. Il bagagliaio offre invece tra 430 e 1.265 litri di capacità.

<p>Suzuki S-Cross, gli interni</p>

Suzuki S-Cross, gli interni

Modello Strumentazione digitale Monitor centrale Capacità bagagliaio
Dacia Duster 7" 10,1" 473 - 1.373 litri 
Suzuki S-Cross no 7" - 9" 430 - 1.265 litri

Motori

Con la nuova generazione la Dacia Duster 2024 adotta per la prima volta motorizzazioni elettrificate: il 1.2 mild hybrid da 130 CV e il 1.6 full hybrid da 140 CV. Viene abbandonato il diesel mentre il 1.0 GPL è confermato. La Duster 2024 si può avere anche a trazione integrale, accoppiata unicamente al 1.2 mild hybrid e al solo cambio manuale 6 marce.

GPL a parte la Suzuki S-Cross offre lo stesso tipo di motorizzazioni: un 1.4 mild hybrid da 130 CV e un 1.5 full hybrid da 115 CV, entrambi abbinabili alla trazione integrale vera e non "ibrida": a muovere le ruote posteriori infatti ci pensa il motore a combustione. Come sulla Duster.

<p>Dacia Duster 2024, il posteriore</p>

Dacia Duster 2024, il posteriore

<p>Suzuki S-Cross, il posteriore</p>

Suzuki S-Cross, il posteriore

Modello GPL Mild hybrid Full hybrid
Dacia Duster 1.0 100 CV 1.2 130 CV 1.6 140 CV
Suzuki S-Cross n.d. 1.4 130 CV 1.5 115 CV

I prezzi

I prezzi della Dacia Duster 2024 partono da 19.700 euro per la Essential mossa dal 1.0 GPL da 100 CV e arrivano ai 28.650 di Extreme e Journey con il 1.6 full hybrid. Come detto la versione base di serie offre lo stretto indispensabile: cerchi in acciaio da 16", luci Eco-LED, barre nere fisse al tetto, sensori di parcheggio posteriori, assistente di mantenimento corsia, climatizzatore manuale, cruise control e computer di bordo da 3,5". Per avere strumentazione digitale e monitor centrale bisogna salire di un gradino con la Expression, a partire da 22.150 euro.

La Suzuki S-Cross ha invece un listino che attacca più in alto con prezzo base di 26.990 euro (attualmente l'offerta è di 22.490 euro) per la mild hybrid con di serie cerchi in lega da 17", sensori di parcheggio posteriori, sedili riscaldabili, climatizzatore automatico bi-zona, monitor centrale da 7" e vari sistemi di assistenza alla guida. Al top c'è la full hybrid (disponibile in un unico allestimento) a 28.390 euro.

Modello Prezzo minimo Prezzo massimo
Dacia Duster 19.700 euro 28.650 euro
Suzuki S-Cross 26.990 euro 28.390 euro