No, la Bugatti Tourbillon non è un'altra derivata della Bugatti Chiron. La somiglianza con la precedente hypercar dotata di motore W16 è certamente notevole, ma si tratta di una bestia completamente nuova.

La monoscocca è nuova. Le sospensioni sono nuove. E il propulsore V16 ibrido plug-in è decisamente nuovo, un mostro da 8,3 litri che raggiunge i 9.000 giri al minuto e produce 1.000 CV e 900 Nm senza turbocompressore. A questo si aggiungono tre motori elettrici per un totale di 1.800 CV e 1.000 Nm

La Bugatti Torubillon sarà costruita a mano nel Bugatti Atelier di Molsheim, in Francia con una produzione prevista di 250 esemplari e un prezzo base di 3,8 milioni di euro con consegne nel 2026.

Bugatti Tourbillon, gli esterni

Il design la rende immediatamente riconoscibile come una Bugatti. L'esterno della Tourbillon, simile a quello della Chiron, è caratterizzato da uno speciale diffusore che inizia appena dietro l'abitacolo, praticamente nascosto alla vista.

Bugatti Tourbillon, la vista frontale

Bugatti Tourbillon, la vista frontale

Bugatti Tourbillon, la vista posteriore

Bugatti Tourbillon, la vista posteriore

Bugatti Tourbillon, la vista laterale

Bugatti Tourbillon, la vista laterale

Le prese d'aria sotto i fari contribuiscono a convogliare l'aria verso le grandi prese laterali. La griglia a ferro di cavallo alimenta l'aria ai radiatori e aumenta la deportanza. L'alettone posteriore attivo può essere aperto verso l'alto per fungere da freno aerodinamico. Il tutto poggia su una sospensione multi-link completamente nuova, più leggera del 45% rispetto all'ossatura della Chiron.

"Lo sviluppo della Bugatti Tourbillon è stato guidato in ogni fase dai 115 anni di storia di Bugatti e dalle parole di Ettore Bugatti stesso", ha dichiarato Mate Rimac, CEO di Bugatti. "I suoi mantra 'se paragonabile non è più Bugatti' e 'niente è troppo bello' sono stati una guida per me personalmente, così come per i team di design e di ingegneria che hanno cercato di creare la prossima emozionante era nella storia dell'auto ipersportiva Bugatti."

Bugatti Tourbillon, il video

Bugatti Tourbillon, gli interni

I conoscitori di orologi riconosceranno il tourbillon come uno degli elementi meccanici utilizzati nei segnatempo di alta qualità per aumentare la precisione. Per Bugatti il suo Tourbillon è una grande opera di perfezione meccanica senza tempo. Ciò diventa immediatamente evidente quando si aprono le porte a diedro azionate elettricamente per vedere lo splendido interno analogico. Tre grandi quadranti applicati al volante visualizzano tutto, dalla velocità ai giri del motore, alla quantità di carburante, alla temperatura del motore e altro ancora. Non c'è uno schermo in vista.

Bugatti Tourbillon, i disegni dell'abitacolo

Bugatti Tourbillon, i disegni dell'abitacolo

Bugatti Tourbillon, i disegni che dettagliano plancia e sedili

Bugatti Tourbillon, i disegni che dettagliano plancia e sedili

Bugatti Tourbillon, il quadro strumenti analogico

Bugatti Tourbillon, il quadro strumenti analogico

Bugatti Tourbillon, la vista sugli interni

Bugatti Tourbillon, la vista sugli interni

Bugatti Tourbillon, la plancia

Bugatti Tourbillon, la plancia

Gli indicatori sono stati progettati e realizzati secondo la tradizione degli orologiai svizzeri e sono fissati in modo permanente al piantone dello sterzo, per cui rimangono fermi mentre si gira il volante. Nella console centrale, invece, si trovano banchi di interruttori in alluminio, quadranti rotanti e un'unica leva di cristallo che avvia il V16. Lo scopo di tutto questo è di dare un'idea di quanto sia importante il motore e dare alla Tourbillon un aspetto senza tempo, ma c'è uno schermo digitale nascosto nella parte superiore della console centrale. A comando, questo schermo ruota verso l'alto e consente al conducente di accedere ad Apple CarPlay, tra le altre cose.

Bugatti Tourbillon, i motori

Oltre al V16 aspirato di 8,3 litri e 1.000 CV sviluppato assieme a Cosworth, la Bugatti Tourbillon propone un asse elettrico anteriore con due motori elettrici, oltre a un terzo motore posizionato dietro per aiutare a far girare le ruote posteriori. Un pacco batterie da 25 kWh montato centralmente fornisce energia, aggiungendo 800 CV al mix. La potenza combinata è di 1.800 CV e, a condizione che i pneumatici Michelin Pilot Sport Cup 2 su misura abbiano sufficiente aderenza, la Tourbillon scatterà da 0 a 100 km/h in soli 2,0 secondi.

Bugatti Tourbillon, il dettaglio della coda

Bugatti Tourbillon, il dettaglio della coda

Bugatti Tourbillon, le portiere ad apertura elettrica

Bugatti Tourbillon, le portiere ad apertura elettrica

Bugatti Tourbillon, il motore V16

Bugatti Tourbillon, il motore V16

Ma questa non è una metrica adeguata per esprimere le vere prestazioni della Tourbillon. A pieno regime, i 200 km/h vengono raggiunti in circa 5,0 secondi. I 300 km/h arrivano in soli 10 secondi e i 400 km/h in 25 secondi. La velocità massima è limitata a 380 km/h, a meno che non si abbia installata la speciale Speed Key. Quando viene attivata, la Tourbillon tiene il suo enorme alettone posteriore abbassato mentre la velocità sale fino a 445 km/h.

L'ultima Bugatti non perde nulla nel diventare ibrida plug-in, tranne un po' di peso. Sì, nonostante il pacco batterie e i motori elettrici, Bugatti afferma che la Tourbillon è più leggera della Chiron. Inoltre, è in grado di girare in città senza utilizzare lo straordinario motore V16. In realtà, può andare oltre la città con un'autonomia elettrica di 60 km. Non si parla di velocità con l'energia elettrica e Bugatti non è pronta a parlare dei tempi di ricarica. Ma utilizza un sistema a 800 volt che Mate Rimac conosce bene per aver creato la Nevera.

Bugatti Tourbillon, i prezzi e le dotazioni

L'arrivo su strada della Bugatti Tourbillon non inizierà prima del 2026, quando sarà consegnata la prima delle 250 vetture di serie. Al momento, il Tourbillon è in fase di collaudo, ma è già stato annunciato il prezzo base che parte da 3,8 milioni di euro.

La Bugatti Tourbillon su strada

La Bugatti Tourbillon su strada

Questo significa che, come da tradizione Bugatti, sarà possibile personalizzare ulteriormente la Tourbillon con finiture, materiali e colori speciali su richiesta, riuscendo così a superare con facilità i 4 milioni di euro per un esemplare davvero unico e speciale.

Bugatti Tourbillon, le concorrenti

Non è facile trovare una concorrente diretta della Bugatti Tourbillon, che per sua stessa definizione non può essere paragonata ad altre hypercar. Resta comunque il fatto che tra le altre belve stradali con motorizzazione plug-in si possono citare la Ferrari SF90 Stradale da 1.000 CV, la Lamborghini Revuelto da 1.015 CV e la Mercedes-AMG One da 1.063 CV.

Ferrari SF90 Stradale

Ferrari SF90 Stradale

Lamborghini Revuelto

Lamborghini Revuelto

Koenigsegg Gemera

Koenigsegg Gemera

Mercedes-AMG One

Mercedes-AMG One

Aston Martin Valkyrie

Aston Martin Valkyrie

Da non trascurare è poi la presenza sul ristretto mercato delle "hyper PHEV" di altri concentrati di potenza e fascino come l'Aston Martin Valkyrie da 1.155 CV e della Koenigsegg Gemera che detiene lo scettro di ibrida plug-in più potente al mondo con i suoi 2.300 CV.

Fotogallery: Bugatti Tourbillon

Bugatti Tourbillon

Lunghezza 4,67 m
Larghezza 2,05 m
Altezza 1,18 m
Peso 1.995 kg
Motore V16 8.3 aspirato a 90°
Motor 3 elettrici
Potenza 1.800 CV
Trazione Integrale
Trasmissione Automatico 8 marce doppia frizione
Velocità Massima 445 km/h
Accelerazione 0-100 km/h 2 secondi
Batteria 24,8 kWh (nominale)
Autonomia in elettrico 60 km
Prezzo base 3,8 milioni di euro
In vendita 2026