Porsche ha colmato il gap tra la 911 Carrera S e la 911 GT3 con il perfetto mix tra comfort e sportività

Quando si al è volante di una nuova versione della Porsche 911 sulle montagne della contea di Sonoma, in California, una delle poche cose che ti costringono a moderare la velocità è un enorme truck carico di tronchi di sequoia, uno di quelli che spargono sulla strada quei fastidiosi pezzi di corteccia che colorano di rosso il percorso. Su queste tortuose strade collinari quale mezzo sarebbe migliore della Carrera T (T sta per Touring), l’interpretazione tedesca dell’americana Chevrolet Corvette Grand Sport, che unisce il telaio delle Porsche top di gamma al motore della Carrera di base. Rappresenta un ritorno alle origini, una 911 che “rifiuta” tutti i comfort per esaltare il piacere di guida.

Com’è

Ritroviamo sulla Carrera T l’approccio minimalista che siamo stati abituati a notare sulle Porsche più estreme: per risparmiare peso i tecnici di Stoccarda hanno eliminato i due sedili posteriori a favore di un piano orizzontale imbottito dove stivare eventuali bagagli. Due le scelte possibili per i sedili anteriori: comodi e regolabili o leggeri e sportivi, più contenitivi tra le curve ma meno adatti a lunghi viaggi. La dieta consente alla Carrera T di fermare l’ago della bilancia a quota 1.425 o a 1.445 kg, a seconda se si sceglie il cambio manuale a 7 rapporti o l’automatico a doppia frizione PDK. Per migliorare l’esperienza della guida sportiva i tecnici hanno irrigidito le sospensioni e ridotto l’escursione degli ammortizzatori di 10 mm e rinforzato barre antirollio e telaio. Optional le ruote posteriori sterzanti, che permettono un inserimento ottimale e, ruotando in controfase alle basse velocità, riducono il raggio di sterzata di 0,5 metri. I cerchi sono gli stessi 20” Carrera S opzionali sulla maggior parte delle vetture del marchio.

2018 Porsche 911 Carrera T first drive
2018 Porsche 911 Carrera T first drive

Come va

Il motore, posizionato centralmente alle spalle del pilota, è lo stesso 6 cilindri da 3.0 litri e 370 CV che equipaggia la Carrera standard che qui, grazie alla mancanza di pannelli insonorizzanti, permette di fare a meno della radio invadendo l’abitacolo ad ogni accelerazione. Come detto in precedenza, Porsche permette di scegliere tra cambio manuale o PDK; il primo, che esalta la sportività dell’auto grazie ai rapporti ravvicinati, si sposa alla perfezione con il sistema Porsche Torque Vectoring, che si avvale di un differenziale posteriore a controllo elettronico. La macchina si inserisce in curva alla perfezione, frenando la ruota posteriore interna in entrata e accelerando quella esterna in uscita. Con il PDK invece la Carrera T, lasciata in modalità automatica, sembra leggerti nel pensiero, selezionando la marcia giusta in qualsiasi situazione; in modalità Sport+ cambia tutto, con i rapporti snocciolati alla velocità della luce uno dopo l’altro e la colonna sonora che invade ogni centimetro cubo dell’abitacolo. Pestando a fondo sull’acceleratore, la Carrera T scatta da 0 a 96 km/h in 4,2 secondi con il PDK (4,5 se equipaggiata con il cambio manuale), ben 1 secondo in meno rispetto alla Carrera base. I 400 metri sono coperti in 12,3 secondi (12,7 con il manuale) e la velocità massima tocca i 291 km/h. Eccezionali i freni, con dischi da 330 mm e pinze a quattro pistoncini.

2018 Porsche 911 Carrera T first drive

Curiosità

Tutto è progettato in funzione della bilancia: i vetri sono più sottili e leggeri e - il mio dettaglio interno preferito - le maniglie in alluminio lasciano spazio ad un cinturino in nylon. La cura dimagrante ha interessato anche i pannelli insonorizzanti, a tutto vantaggio del sound del 6 cilindri. La T è riconoscibile da un diverso splitter anteriore, da uno spoiler posteriore con un’escursione maggiorata e dall’inserto nero sopra la griglia posteriore.

2018 Porsche 911 Carrera T first drive
2018 Porsche 911 Carrera T first drive

Prezzi

Venduta esclusivamente in carrozzeria coupé, la T parte da un prezzo di listino di 111.586 euro IVA inclusa. L’auto della nostra prova monta il cambio automatico PDK (4.038 euro) e l’asse posteriore sterzante (2.305 euro), optional che fanno lievitare il prezzo fino alla cifra di 117.929 euro.

La scheda

Motore: 2.981 cc, turbo benzina, 6 cilindri boxer
Potenza: 370 CV a 6.500 giri/min
Coppia: 450 Nm tra 1.700 e 5.000 giri/min
Velocità massima: 291 km/h
Consumo medio: 8,5 l/100 km
Emissioni CO2: 193 g/km

Gallery: Porsche 911 Carrera T