Aggiornata poco fuori e tanto dentro, si conferma una dei SUV medi più comodi. Buono lo spazio ma la dotazione è da integrare a parte

Una Mercedes su tre che viene venduta è un SUV. L'auto di rappresentanza dei giorni nostri, si potrebbe dire, ormai ha l'assetto rialzato ed è più pratica che mai. Ecco perché un modello come la GLC è a dir poco strategico per la Stella, che infatti lo offre nelle versioni più tradizionali benzina e diesel, ma anche ibrida plug-in oppure preparata per l'offroad più impegnativo, senza dimenticare le performanti versioni AMG 

Insomma, un'auto progettata per adattarsi alle esigenze di tutta quella clientela che forse fino a qualche anno fa avrebbe optato per la Classe C ma che ora cede alla tentazione del SUV. Scopriamo allora la GLC aggiornata nel 2019 e #PerchéComprarla. 

Pregi e difetti 

Le linee della GLC 2019 non vengono stravolte dal restyling. Restano morbide e rassicuranti e, soprattutto, tipicamente Mercedes. All'anteriore compare la calandra "panamericana", quella che si apre verso il basso, e compare una nuova struttura interna dei diodi a LED. Stesso discorso al posteriore, coi gruppi ottici che sfoggiano una trama interna a quadrati luminosi.

Mercedes-Benz GLC 2019
Mercedes-Benz GLC 2019

Dentro cambia poco ma cambia dove serve. L'impostazione è quella classica ma l'infotainment è tutto nuovo ed è l'ormai arcinoto MBUX, uno dei sistemi più completi attualmente presenti sul mercato, capace di regalare un'esperienza di interfaccia uomo-macchina di altissimo livello, così come un comparto di connettività all'avanguardia e sempre aggiornato tramite la rete dati integrata. Di buon livello gli assemblaggi, anche se qua e là c'è ancora qualche dettaglio che si potrebbe migliorare, come la solidità dei pannelli porta, soprattutto considerando la caratura – e il listino – della GLC.

Mercedes-Benz GLC 2019

Il bagagliaio ha una buona cubatura, quasi 470 litri, ed è più che sufficiente nella maggior parte dei casi, ma è poco sfruttabile in altezza se la cappelliera resta in posizione. Un po' fastidioso, a dirla tutta, che il nostro passeggino non entri in lunghezza ma solo in larghezza. La GLC si fa perdonare comunque con degli attacchi isofix "intelligenti" con copertura in gomma pieghevole, incernierata e perciò impossibile da perdere. 

Alla guida, la prima cosa che si avverte è la sensazione di grande comfort in grado di regalare. Il merito è della taratura "soffice" degli ammortizzatori e delle sospensioni a controllo elettronico impostabili su varie posizioni, da Comfort a Sport, pensata per limitare le inerzie in curva e garantire un comportamento dinamico più preciso. Buona la visibilità e la risposta dello sterzo leggero ma abbastanza diretto, e così la GLC resta sempre piuttosto maneggevole, anche negli spazi stretti, dove sembra più piccola. 

Mercedes-Benz GLC 2019

Con il selettore delle modalità di guida Dynamic Select si può cambiare il carattere dell'auto e quindi andare a intervenire su sterzo, erogazione, assetto e cambio, che è un automatico a doppia frizione a 9 rapporti, sempre puntuale. Nella nostra prova, il 2.0 turbodiesel da 245 CV e 500 Nm ha dimostrato grande spinta e una elasticità che lo rende ideale per le andature più dolci ma, al tempo stesso, per quelle più "allegre".

Mercedes-Benz GLC 2019
Mercedes-Benz GLC 2019

Ultime due note di merito. La prima, alla taratura generale dei dispositivi di ausilio alla guida. Funzionano bene e rendono la marcia più sicura e fluida. Stona solo il sistema antisbandamento, brusco nell'agire sui freni. Seconda nota, il comportamento fuoristradistico: nessuno sarà intenzionato a maltrattarla, ma sapere che la GLC può affrontare dell'offroad di questo tipo non può che far sentire più sicuri.

Quanto costa 

Risposta non facile, perché il listino della GLC è altamente intricato tra motorizzazioni, allestimenti, pacchetti e optional da pagare a parte, che fanno lievitare il conto finale molto velocemente e anche di diverse decine di migliaia di euro se ci si lascia prendere la mano. Di base, comunque, il prezzo d'attacco è di circa 49.000 euro per le 200 EQ Boost, ibrida mild-hybrid, o per la 200 d. Al vertice del listino le versioni performanti AMG, che partono da 80.000 euro o 100.000 euro in base alla potenza. 

Fotogallery: Mercedes-Benz GLC 2019