La piccola giapponese cambia nell'estetica e nei contenuti. E adesso è ancora più efficiente

La nuova Honda Jazz è arrivata sul mercato. Si è rinnovata nel design e nei contenuti - è cambiata completamente - ma ha cercato di mantenere inalterati quelli che sono, da sempre, i suoi punti di forza.

È lei la protagonista del Perché Comprarla di oggi: cliccate sul video qui sopra per vedere la prova completa.

Pregi e difetti

Ci piace Non ci piace
+ Abitabilità - USB anteriori non retroilluminate
+ Comfort di marcia - Mancanza di luci di cortesia
+ Praticità - Spazio per la cappelliera

Voto finale: 8/10 ★★★★★★★★☆☆

Di monovolume, piccole o grandi che siano, ce ne sono sempre di meno. Sul mercato questa categoria ha lasciato campo libero ai SUV, ma c’è qualche modello come la Honda Jazz che ancora resiste fiero e porta avanti questa filosofia. Supera di poco i 4 metri, ma equilibra al meglio abitabilitàpraticità e contenuti.

È a tutti gli effetti sfruttabile come prima auto da famiglia, a maggior ragione in questa motorizzazione dato che a un buono spunto e a consumi ridotti unisce la comodità, in alcune città, di poter parcheggiare gratuitamente sulle strisce blu e accedere alle zone a traffico limitato.

La pagella

 

Honda Jazz 1.5 HEV Executive eCVT

 

Bagagliaio e Spazio

8/10 ★★★★★★★★☆☆

Infotainment e Comandi

8/10 ★★★★★★★★☆☆

Qualità percepita

8/10 ★★★★★★★★☆☆

Guidabilità e Comfort

7/10 ★★★★★★★☆☆☆

Consumi e Autonomia

9/10 ★★★★★★★★★☆

Sicurezza e ADAS

8/10 ★★★★★★★★☆☆

Dotazione di serie

8/10 ★★★★★★★★☆☆

Rapporto Prezzo / Equipaggiamento

9/10 ★★★★★★★★★☆

Dimensioni, bagagliaio e spazio

Vista da fuori, la Jazz sembra più grande dei 4 metri e 4 centimetri che passano da paraurti a paraurti. Sotto il doppiofondo del bagagliaio è stato collocato il pacco batterie del sistema full hybrid che, però, con una capacità minima di 298 litri, è in linea con quello delle rivali perché si sviluppa in altezza.

Lo spazio dentro è uno dei suoi punti di forza. Ce n'è a volontà sia per chi siede davanti che dietro, con la panca posteriore che può essere sollevata per caricare dietro carichi alti e ingombranti come una pianta o una bicicletta.

Nuova Honda Jazz

Le misure

 

Fuori

 

Lunghezza

4,04 metri

Larghezza

1,69 metri

Altezza

1,53 metri

Passo

2,52 metri

Dentro

 

Bagagliaio

298 / 1.205 litri

Plancia e comandi

La sensazione che si ha entrando è quella di un abitacolo ben fatto e curato, con plastiche satinate e pelle sintetica di buona fattura che si alternano sulla plancia. La maggior parte dei comandi sono digitali ma l'analogico ancora resiste, in particolare per la gestione della climatizzazione.

Al centro della consolle lo schermo da 9" del sistema di infotainment che ha una grafica chiara ed è sempre ben leggibile grazie alle icone grandi e colorate. È anche connesso alla rete, con un modulo wifi che permette ai passeggeri di navigare dai propri device. Non manca la compatibilità con i sistemi Apple CarPlay e Android Auto. Davanti al guidatore debutta la strumentazione digitale con schermo da 7”.

Nuova Honda Jazz

Come va e quanto consuma

La visibilità è ottima perché la seduta è rialzata e il grande parabrezza ci permette un angolo di visuale incredibile. I montanti sono sottili e i sensori di parcheggio e la retrocamera aiutano nelle manovre.

A listino è disponibile un solo motore. Si tratta di un sistema full hybrid che abbina, ad un 1.5 a benzina a quattro cilindri, due motori elettrici per una potenza complessiva di 109 CV e 253 Nm di coppia massima. Funziona quasi sempre in serie, cioè è spesso scollegato dalle ruote e si occupa di generare l’elettricità che poi viene fornita all’unità elettrica che garantisce il moto. Quando in accelerazione è richiesta una grande quantità di energia, si chiude una piccola frizione di blocco che collega motore e semiassi e le due parti collaborano per la massima prestazione.

In città grazie al binomio benzina elettrico si riescono a percorrere senza fatica circa 24 km al litro nell’uso quotidiano. Quando la strada si apre si toccano i 25 con un litro sulle extraurbane, mentre in autostrada al limite di codice si superano i 15. Quando si vuole spingere un po’ di più si sta intorno ai 14, il tutto per una media generale di circa 19 km al litro pari a circa 5,1 litri ogni 100 km.

Honda Jazz 2020, la prova

Versione provata

 

Motore

1.5 turbo benzina + due motori elettrici

Potenza

109 CV

Coppia

253 Nm

Cambio

eCVT a variazione continua

Trazione

anteriore

Consumi rilevati

5,1 litri/100 km (media)

Prezzi e concorrenti

Il listino parte da 22.500 euro per la Jazz Hybrid in allestimento Comfort con il 1.5 da 109 CV. Salendo di allestimento troviamo l’Elegance e l’Executive, con una differenza di poco meno di 3.000 euro tra la versione d’ingresso e quella al top. Al vertice della gamma la variante "alta" Crosstar, già in allestimento Executive, che costa 26.900 euro. Il tutto, sconti ed incentivi esclusi.

Fotogallery: Nuova Honda Jazz