La Kia Sportage è un’auto che negli anni ha saputo conquistare le preferenze di molte persone in una categoria molto importante del mercato, quella dei SUV e Crossover di medie dimensioni. E cioè intorno ai 4,50 metri di lunghezza. Ed è anche un modello che ha fatto un po’ da portabandiera - più in generale - per le auto coreane, facendone apprezzare punti di forza come la ricchezza dell’equipaggiamento, la solidità costruttiva, il buon rapporto tra prezzo e contenuti o, ancora, la copertura della garanzia superiore alla concorrenza in termini di anni e chilometri.

La protagonista di questa prima prova tra Milano e la Valle d’Aosta è una generazione completamente nuova della Sportage, arrivata alla quinta serie. Ecco com’è fatta e come va.

Clicca per leggere:

Esterni Interni Guida Curiosità Prezzi

Esterni

Che si tratti di una Kia Sportage completamente rinnovata lo si intuisce già dalla carrozzeria, ridisegnata secondo uno stile più movimentato rispetto al modello precedente.

Kia Sportage full hybrid (2021)
Kia Sportage full hybrid (2021)

Sul frontale i designer hanno lavorato molto con le forme dei gruppi ottici, che ai lati creano geometrie che si intersecano tra loro, liberando spazio alla grande griglia della calandra, sormontata da una feritoia orizzontale che definisce il cofano motore e lascia al centro lo spazio per il logo Kia.

Le superfici della fiancata sono lavorate per alternare parti concave ad altre convesse, con nervature evidenti e un andamento verso l’alto della linea di cintura. Che, a livello di linee, si ricollega al disegno affusolato dei fanali posteriori, collegati tra loro da una sottile fascia orizzontale quasi annegata nel portellone.

Interni

Nell’abitacolo si notano subito i due schermi curvi da oltre 12 pollici che collegano strumentazione e infotainment. Subito sotto, al centro della plancia, c’è un’altra superficie touch  (ripresa dall'elettrica Kia EV6) che può comandare la climatizzazione, ma anche dare accesso alle scorciatoie per richiamare i menu del navigatore, dell’impianto audio (Harman Kardon sull’auto in prova) o di altre impostazioni. 

L’allestimento GT Line Plus di questo esemplare - il più ricco - ha rivestimenti morbidi al tatto nella parte alta degli interni, che sono caratterizzati in generale da un’alternanza frequente di materiali diversi, ben accoppiati tra loro. 

È il caso, ad esempio, dei pannelli porta. O dei sedili, che in questo allestimento sono più avvolgenti. E poi è da sottolineare l’attenzione per l’ergonomia dei vani portaoggetti nella console centrale, con dettagli curati come l’illuminazione delle prese di corrente.

2022 Kia Sportage Plug-in Hybrid (Euro-spec)

Guida

Il test drive di presentazione della nuova Kia Sportage si è svolto tra Milano e la Valle d'Aosta, con la prima parte di percorso in autostrada, dove ho voluto prima sedermi sul divanetto posteriore, per rendermi conto della disponibilità di spazio e della comodità in un viaggio. Nel video trovate il mio commento a riguardo, mentre qui passo direttamente alle principali sensazioni che ho notato guidando. 

Nei trasferimenti più lunghi la Sportage è un'auto rilassante come assorbimento delle sospensioni e a livello acustico. Ma anche perché la taratura degli assistenti di sicurezza ADAS, come il mantenitore attivo della marcia in corsia e il sistema di avviso di angolo cieco laterale, sono ben studiati. 

Quest'ultimo, in particolare, ha anche la funzione che replica nella strumentazione la visuale delle telecamere posteriori, inserendo gli indicatori di direzione.

Kia Sportage full hybrid (2021)
Kia Sportage full hybrid (2021)

Quando iniziano le curve, poi, dopo pochi chilometri si apprezza la possibilità di cambiare marcia anche manualmente, cosa che su altre auto full hybrid di solito non si può fare. Al contrario delle ibride di tipo plug-in. Le cambiate potrebbero in realtà essere più veloci, ma poter gestire il cambio diverte di più nella guida dinamica o in discesa, quando si apprezza anche la taratura del pedale del freno. Che è ben calibrato nel gestire anche la rigenerazione di energia per ricaricare la batteria del modulo ibrido, che ha una capacità di circa 1,5 kWh.

I 230 CV di potenza complessiva del 4 cilindri 1.6 tubo benzina abbinato al motore elettrico sono messi a terra da un sistema di trazione integrale progressivo nel gestire la coppia, al contrario della risposta dello sterzo, che invece potrebbe essere più lineare. Meglio scegliere la modalità Sport, che migliora il feeling nelle traiettorie. In più, sulla nuova Sportage, si può anche scegliere tra i programmi "sabbia", "fango" e "neve" per la gestione delle quattro ruote motrici. 

Di notte, poi, i fari a matrice di Led sono davvero molto efficaci nel fare luce selettivamente sulla strada al massimo della loro capacità luminosa, con una logica precisa nello spegnere e riaccendere i vari settori per non abbagliare gli altri veicoli. E infine, in questa prima prova fatta di autostrada, salite e discese di montagna, il consumo medio è stato di circa 10 litri/100 km, pari a una percorrenza di 10 km/litro.

Curiosità

Il linguaggio stilistico della nuova Kia Sportage vuole segnare un cambiamento netto, ma non per questo la "forma" è andata a scapito della funzionalità. Un dettaglio che riassume bene l'approccio che i designer e i tecnici Kia hanno adottato sono i poggiatesta dei sedili anteriori: la parte posteriore è sagomata per poter appendere anche una giacca, pur avendo al tempo stesso un profilo esteticamente durato.

Stessa cosa per le prese USB di tipo C dedicate ai passeggeri posteriori (che tra l'altro godono della climatizzazione tri-zona, di serie su tutte le Sportage), visto che sono nascoste elegantemente negli schienali dei sedili anteriori. Unendo, appunto, forma e funzione.

Kia Sportage (2021)

Prezzi

Per il lancio commerciale, il listino prezzi della Kia Sportage parte appena sotto i 30 mila euro, fino a sfiorare i 45 mila euro. 

Oltre alla versione full hybrid sono al momento previste anche due motorizzazioni mild hybrid: un 1.6 turbo benzina a trazione anteriore con 150 CV, disponibile anche con cambio manuale o a doppia frizione; e un 1.6 turbo diesel - sempre mild hybrid - con 136 CV, che oltre al cambio doppia-frizione offre anche la variante a trazione integrale.

Gli allestimenti sono quattro (Business, Style, GT_Line, GT Line plus), mentre come da tradizione per il marchio Kia la garanzia è di 7 anni o 150.000 km. 

  Business Style GT-line GT-line Plus
1.6 TGDi benzina MHEV 29.950 euro 31.950 euro - -
1.6 TGDi benzina MHEV DCT 31.950 euro - - -
1.6 CRDi diesel MHEV 31.950 euro 33.950 euro 36.950 euro -
1.6 CRDi diesel MHEV DCT 33.950 euro 35.950 euro 38.950 euro 42.950 euro
1.6 CRDi diesel MHEV AWD DCT - - 40.950 euro 44.950 euro
1.6 TGDi full hybrid DCT - 35.950 euro 38.950 euro 42.950 euro
1.6 TGDi full hybrid AWD DCT - - 40.950 euro 44.950 euro

Fotogallery: Foto - La prova della Kia Sportage full hybrid (2021)

Kia Sportage HEV 1.6 T-GDi AT6 AWD

Lunghezza 452 cm
Larghezza 186 cm
Altezza 165 cm
Peso 1640 kg
Capacità di carico 587 - 1776 litri
Motore 4 cilindri 1.6 turbo benzina 180 CV - 265 Nm
Motor elettrico sincrono magneti permanenti 60 CV - 264 Nm
Batteria ioni litio polimeri - 1,49 kEh
Trasmissione cambio automatico 6 marce doppia-frizione DCT
Trazione trazione integrale AWD
Potenza 230 CV 5.500 rpm
Coppia Massima 350 Nm 4.500 rpm
Accelerazione 0-100 km/h 8,3 s
Velocità Massima 193 km/h
Consumi 6,6 litri/100 km
Emissioni 149 g/km CO2