La BMW Serie 7 di nuova generazione è ormai prossima al debutto, che dovrebbe avvenire nei prossimi mesi insieme alla sua controparte 100% elettrica chiamata BMW i7.

I nostri colleghi tedeschi hanno avuto modo di provare in anteprima un prototipo nelle fasi finali di test, ancora camuffato ma con tutta la meccanica già affinata. Ecco quindi la prova della versione V8 benzina mild hybrid.

Le novità

La prossima ammiraglia bavarese sarà completamente nuova, sotto tutti gli aspetti sia tecnici che estetici. La riprogettazione da parte degli ingegneri di Monaco è stata totale, tanto da prevedere perfino una nuova sigla di progetto, G70, derivata dalla G07, la sigla del SUV X7.

Dalle foto spia con ancora il wrapping di camuffamento è ormai ben intuibile quello che dovrebbe essere il design del frontale, che prevedrà quasi sicuramente fari su due livelli, con luci diurne nel livello più alto, e una nuova mascherina imponente, che però non dovrebbe essere grande quanto quella delle sportive BMW M3 e M4.

L'auto dovrebbe poi essere ancora più grande della precedente generazione, che aveva debuttato nel 2015. Gli ingegneri presenti durante il test in anteprima hanno rivelato che la lunghezza complessiva dell'auto, non è chiaro se a passo corto o a passo lungo, dovrebbe superare i 5,41 metri di lunghezza, quindi più lunga delle controparti tedesche, Audi A8 e Mercedes Classe S.

La prova in anteprima della BMW Serie 7
La prova in anteprima della BMW Serie 7
La prova in anteprima della BMW Serie 7

Una delle novità sostanziali, che saranno introdotte con il debutto della nuova generazione di Serie 7, sarà il nuovo sistema di sospensioni pneumatiche con ammortizzatori adattivi. Si tratta di un sistema ereditato dalla Rolls-Royce Ghost, in grado di prevedere con anticipo tramite una telecamera sul cruscotto le asperità presenti sulla strada e adattare istantaneamente la sospensione interessata per restituire agli occupanti una sensazione di solidità e comfort senza precedenti.

Il sistema dovrebbe inoltre assicurare un rollio ai minimi storici per l'ammiraglia bavarese, grazie a un dispositivo in grado di anticipare l'angolo della curva gonfiando e sgonfiando gli ammortizzatori interni ed esterni in funzione del carico.

V8 ibrido

Le specifiche meccaniche della Serie 7 oggetto della prova non sono state ufficialmente rilasciate dagli ingegneri tedeschi, i quali hanno semplicemente accennato al fatto che l'auto è dotata di un motore V8 mild hybrid. Il che ha fatto supporre ai nostri colleghi la presenza del pluri-collaudato N63, in vendita dal 2008 su gran parte delle auto a 8 cilindri della Casa.

L'ibridizzazione mild hybrid inoltre, secondo le ipotesi dei nostri colleghi, sarebbe stata presa dai modelli più performanti della Casa, come i 50i o addirittura la potentissima berlina BMW M5.

La prova in anteprima della BMW Serie 7

Alla guida la grande ammiraglia è risultata essere quasi fin troppo potente per il tipo di utilizzo a cui è destinata, con un'accelerazione descritta come "quasi fulminea, simile a quella di un'auto elettrica". Il che farebbe pensare che il classico N63 abbia ottenuto una cospicua dose di potenza per l'occasione, molto presente almeno in modalità Sport, in grado anche di far stridere le gomme posteriori in alcune occasioni.

Nelle altre modalità di guida invece, che sono Comfort ed Eco Pro, l'auto secondo i nostri colleghi è risultata essere docile, tranquilla e molto silenziosa, proprio come ci si aspetterebbe da un'ammiraglia dell'Elica di Monaco.

Dinamica di guida buona e tanto comfort

Sempre secondo i colleghi tedeschi poi, anche la dinamica di guida complessiva è risultata essere piuttosto buona per un'auto dal peso e dalle dimensioni della BMW Serie 7. In particolare, il feeling dello sterzo è risultato rapido e preciso grazie alla cremagliere elettrica a rapporto variabile, una tecnologia ereditata direttamente dai veicoli M della Casa e soprannominata Variable Sport Steering.

In curva l'auto ha dimostrato un comportamento piuttosto piatto, grazie sia alle sospensioni, di cui abbiamo già parlato, sia all'asse posteriore sterzante, fino a 3,5 gradi sia in senso di rotazione che in controsenso in base alle velocità.

La prova in anteprima della BMW Serie 7

Il prototipo si è comportato bene anche in autostrada, dove questa Serie 7 non ancora di serie è risultata comoda e silenziosa anche fino ai 160 km/h. Il motore V8 è risultato sempre pronto e presente anche alle alte velocità, con un'ampia curva di coppia sempre disponibile.

La comodità autostradale è risultata essere di altissimo livello anche per i passeggeri posteriori, grazie a un immenso spazio per le gambe nella seconda fila di sedili: questo anche con il sedile del passeggero in posizione normale.

Tonnellate di tecnologia

Tutti gli interni della Serie 7 protagonista della prova dei nostri colleghi erano coperti da un telo nero, che permetteva di vedere solo le poche informazioni basiche necessarie alla guida su strada. I tecnici durante la conferenza di apertura dell'evento hanno però anticipato che l'auto dovrebbe essere dotata in futuro di uno schermo da ben 31 pollici per i posti posteriori, completo di funzionalità di streaming video by Amazon.

Parlando proprio di posti posteriori, quello che si è potuto vedere in questa prima scoperta dell'auto è stato un touchscreen delle dimensioni di uno smartphone posto nel pannello della portiera, su entrambi i lati. Un accessorio che dovrebbe consentire ai passeggeri di controllare alcune funzioni dell'auto, come clima, le impostazioni dell'infotainment e l'audio.

La prova in anteprima della BMW Serie 7

Il sistema verrebbe gestito dall'ultimo infotainment BMW, l'iDrive 8, che ha debuttato sul crossover iX. La configurazione dell'iDrive 8 montato sulla Serie 7 dovrebbe essere composta da due grandi schermi in cima al cruscotto, circondati da un unico pezzo di vetro continuo che si dovrebbe estendere dal lato guida al centro dell'auto. Il quadro strumenti digitale dovrebbe poi misurare 12,3 pollici mentre il touchscreen centrale 14,9 pollici.

Debutto entro Aprile

La prossima generazione di BMW Serie 7 debutterà il 20 aprile 2022 e sarà in vendita negli Stati Uniti e in altri mercati entro la fine dell'anno. Conosceremo tutti i dettagli, come il prezzo e la disponibilità nelle prossime settimane.

Fotogallery: La prova in anteprima della prossima BMW Serie 7