De Meo ha dichiarato che la Twingo non avrà una nuova generazione, Renault dirà addio definitivamente al segmento delle citycar

Forse c'era da aspettarselo, perché il suo nome non è mai stato fatto durante i vari incontri dei giorni scorsi, ma ora è tutto nero su bianco: non ci sarà una nuova generazione di Renault Twingo. La piccola francese è quindi destinata lasciare un spazio vuoto nel listino della Casa francese.

Spazio che non verrà riempito da un altro modello: a dichiararlo è stato il presidente della Losanga Luca De Meo, intervistato dai colleghi francesi di Challenges, che sancisce così l'abbandono definitivo del segmento delle citycar.

Problemi di redditività

La Twingo segue così il destino di altre piccole come Citroen C1 e Peugeot 1008, anche loro prossime a terminare la carriera. Un abbandono in massa al segmento A che, come sottolineato anche da Luca De Meo, più di tutti subisce le regole sulle emissioni imposte dall'Unione Europa.

Quando sono arrivato, ho fermato sette programmi di piccoli veicoli non redditizi

Storicamente infatti quello delle citycar è il segmento meno remunerativo ed elettrificare auto di piccole dimensioni - così da abbattere i valori di CO2 - diventa insostenibile. Ci sono poi esempi come Fiat 500 e Fiat Panda coi loro sistemi mild hybrid, ma si tratta delle classiche eccezioni che confermano la regola. E per la 500 è previsto un futuro 100% elettrico, con la versione endotermica che non avrà un'erede.

Renault Twingo restyling 2019
Renault Twingo restyling 2019

La Renault Twingo paga poi anche la fine dell'accordo tra la Casa francese e Daimler, col quale erano nate la piccola della Losanga e le smart fortwo e forfour - recentemente passate all'alimentazione 100% elettrica (disponibile anche su Twingo) - e le cui future generazioni verranno sviluppate in collaborazione con la cinese Geely, azionista di maggioranza del Gruppo tedesco.

Cosa arriverà?

Il posto della Twingo all'interno del listino Renault verrà preso, almeno come modello entry level, da una piccola elettrica di segmento B derivata forse dalla R5 elettrica presentata pochi giorni fa. O forse da un modello ancora da svelare, ma che sarà sicuramente a emissioni zero.

Quello della Twingo poi non è l'unico addio in casa Renault: la Losanga infatti si prepara ad abbandonare anche Scenic, Espace e Talisman, il cui posto verrà presumibilmente preso da nuovi SUV. Per ora infatti, sempre nel corso dell'intervista a Challenges, De Meo ha dichiarato che la Casa lancerà sei nuovi modelli nel segmento C-D entro il 2023-2024.

Fotogallery: Renault Twingo restyling