La Porsche Cayenne è forse l'auto della Cavallina più discussa della storia: un SUV in mezzo a una storia di sportive pure, con la 911 - icona dell'auto secondo Zuffenhausen - tradita da un modello con l'assetto rialzato. Eppure, come più volte sottolineato, è proprio gazie alla Cayenne se Porsche si è ripresa e la storia della 911 (e non solo) ha potuto continuare, tra diverse generazioni e grandi successi.

Dopo la Cayenne è arrivata la più piccola Macan e ora, seguendo quanto riportato da Automotive News - sembra che in Porsche siano pronti a sfornare un nuovo SUV, al quale spetterà il compito di vestire i panni di ammiraglia della Casa, offrendo - per la prima volta su un'auto col simbolo della Cavallina - fino a 7 posti.

Mix di stili

Voci che arrivano dagli Stati Uniti dove, secondo la testata, ad alcuni concessionari sarebbero stati mostrati i primi render del nuovo modello, descritto come "con un nuovo stile, in parte berlina e in parte crossover".

Porsche Cayenne Turbo GT, la prova in pista
Porsche Cayenne Turbo GT

Assetto rialzato dunque, ma senza esagerare e con una carrozzeria più vicina a quella di una Panamera o di una Taycan rispetto a quella della Cayenne. Bisogna però specificare come dalle parti di Zuffenhausen non abbiano ancora preso una decisione definitiva in merito, ma vogliano condividere maggiormente con la propria rete vendita idee e bozzetti di nuovi modelli. Una decisione che segue l'iniziativa "Porsche Unseen", quando vennero pubblicate per la prima volta le foto di prototipi mai realizzati.

Il futuro della prossima ammiraglia Porsche è quindi ancora tutto da decidere, ma la "fame" di modelli sempre più grossi da parte di alcuni mercati centrali - Stati Uniti e Cina in testa - potrebbe essere un ottimo motivo per procedere con la realizzazione di quello che attualmente è conosciuto come progetto Landjet.

Porsche Macan GTS restyling GTS Sport Package (2021)
Porsche Macan

Progetto condiviso

Alla base della Landjet ci sarebbe la piattaforma Audi nata all'interno del progetto Artemis, volto a creare nuove tecnologie per auto elettriche e innovativi sistemi di assistenza alla guida, sulla quale potrebbero basarsi anche le prossime ammiraglie firmate Audi e Bentley.

A livello di motorizzazioni potrebbero esserci, almeno all'inizio, powertrain ibridi plug-in che lascerebbero poi il posto a motorizzazioni 100% elettriche con autonomia di almeno 650 km. Autonews parla di una possibile presentazione attesa tra il 2025 e il 2029.

Fotogallery: Porsche Cayenne Turbo GT, la prova in pista