Lo schema degli incentivi 2022 è rimasto pressoché invariato rispetto alla campagna precedente e continua a prevedere tre distinte face di emissioni di CO2: fino a 20 g/km, da 21 a 60 g/km e da 61 a 135 g/km, che come abbiamo già visto in passato corrispondono a grandi linee a diverse tipologie di veicoli, in quanto le soglie più basse possono essere raggiunte soltanto grazie all'elettrificazione graduale delle vetture.

La prima fascia in particolare (0-20) può essere coperta in buona sostanza soltanto dalle elettriche pure, perché il migliori ibridi "alla spina" che già scendono al di sotto dei 20 g/km superano il limite di spesa previsto (35.000 euro senza IVA, Ipt e messa su strada).

Nella seconda fascia infatti, la lotta è serrata e lo sarebbe ancora di più se non ci fosse un limite di prezzo massimo a cui è applicabile l'incentivo che, lo ricordiamo, ammonta a 4.000 euro con rottamazione di un usato e di 2.000 euro senza.

La Top 10 dei PHEV che consumano meno acquistabili con gli incentivi

  1. Mercedes CLA 250 e - 0,9 l/100 km
  2. Volkswagen Golf 1.4 TSI eHybrid - 0,9 l/100 km
  3. Toyota RAV4 PHEV - 1 l/100 km
  4. Ford Kuga PHEV - 1 l/100 km
  5. Mercedes A 250 e  - 1 l/100 km
  6. Audi A3 Sportback TFSI e - 1 l/100 km
  7. Skoda Octavia 1.4 TSI iV- 1l/100 km
  8. Peugeot 308 Hybrid – 1l/100 km
  9. Skoda Superb 1.4 TSI e - 1,1/100 km
  10. Kia Sportage PHEV – 1,1 l/100 km

Ciclo WLTP: consumi più realistici, ma non reali

Se questi dati di consumo omologato secondo il ciclo WLTP vi sembrano incredibili, sappiate che, per quanto più realistici rispetto al precedente ciclo di omologazione NEDC, restano comunque lontani da quanto un automobilista medio può ottenere nell'utilizzo quotidiano su strada.

news-ripartono-incentivi

Vedi tutte le notizie su Incentivi auto 2022: guida all'acquisto, regole e problemi

La procedura WLTP prevede infatti che le vetture ibride plug-in siano testate in cicli standard a velocità variabili prestabilite, sia a batteria carica che a batteria scarica, per cercare di fare una media vicina all'utilizzo reale della vettura. Questo significa che i modelli plug-in hybrid con le batterie più grandi sono nettamente avvantaggiate e ottengono valori bassissimi sia in termini di consumi che di CO2 emessa, visto che viaggiano per molto tempo in elettrico.

Ecco quindi spiegato il mistero di alcune auto grandi e lussuose come certe Mercedes, Range Rover e Volvo che, con batterie dalla capacità fino a 25 kWh, registrano consumi omologati attorno a 0,6 l/100 km e valori di CO2 ridotti fino a 13 g/km. Tutti questi modelli superano il tetto massimo degli incentivi sia per la fascia 0-20 che per quella 21-65 g/km.

La classifica

Anche per i modelli arrivati nella top 10 ci sono delle considerazioni da fare: se la classifica è stilata in base al consumo medio dichiarato, per i "pari merito" abbiamo tenuto conto di altri dati, non tanto le emissioni di CO2 ma peso, potenza e tipologia di veicolo. Tra due vetture che consumano un solo litro per 100 km un SUV che pesa 2.000 kg e ha magari 300 CV merita infatti una posizione migliore rispetto a una berlina da 200 CV e 1.700 kg. Ecco le prime 10 nel dettaglio:

Mercedes CLA 250 e

Mercedes-Benz CLA 250 e
  • Consumo dichiarato: 0,9 l/100 km
  • Potenza: 218 CV
  • Peso: 1.490 kg
  • Emissioni CO2: 21 g/km
  • Prezzo di listino: da 49.841.50 euro
  • Con incentivo senza rottamazione: 47.841,50 euro
  • Con incentivo + rottamazione: 45.841,50

La coupé a 4 porte compatta della Stella vince grazie al mix di efficienza e aerodinamica e c'è mancato poco che arrivasse nella fascia presidiata dalle elettriche pure, mancata per 1 solo grammo. Ovviamente il risultato vale anche per la Mercedes CLA Shooting Brake, che emette 23 g/km e dichiara appena 1 litro per 100 km, mentre il prezzo base sale di 3.500 euro.

Volkswagen Golf 1.4 TSI eHybrid

GOLF eHYBRID_1 (002)
  • Consumo dichiarato: 0,9 l/100 km
  • Potenza: 204 CV
  • Peso: 1.549 kg 
  • Emissioni CO2: 21 g/km
  • Prezzo di listino: da 39.950 euro
  • Con incentivo senza rottamazione: 37.950 euro
  • Con incentivo + rottamazione: 35.950 euro

Chi dice che la Volkswagen Golf di oggi non è più la regina di una volta evidentemente sbaglia, perché in questa classifica resta la migliore, grazie alla compattezza, rispetto anche ad altri modelli del Gruppo VW nati sullo stesso pianale ma più grandi come Seat Leon e Skoda Octavia. Va però sottolineato che la versione ibrida plug-in è ufficialmente fuori listino ed è acquistabile soltanto più in stock...

Toyota RAV4 2.5 PHEV AWD-i

Toyota RAV4 Plug-in Hybrid - aprile
  • Consumo dichiarato: 1l/100 km
  • Potenza: 306 CV
  • Peso: 1.985 kg
  • Emissioni CO2: 22 g/km
  • Prezzo di listino: da 52.500 euro
  • Con incentivo senza rottamazione: 50.500 euro
  • Con incentivo + rottamazione: 48.500 euro

Re dei SUV compatti da sempre, Toyota RAV4 è anche il modello che ottiene i risultati migliori nella particolare classifica dei modelli alla spina incentivabili, e non soltanto tra le vetture "a ruote alte". Con 306 CV e quasi 2 tonnellate, il suo litro per 100 km e i 22 g di CO2 valgono oro. L'incentivo si ottiene però soltanto con l'allestimento base, la versione Style a 58.000 euro è fuori dai giochi come pure il "gemello" Suzuki Across, che ufficialmente parte da 56.900 euro, salvo sconti e promozioni.-

Ford Kuga PHEV

Ford Kuga Full Hybrid e Plug-in Hybrid
  • Consumo dichiarato: 1 l/100 km
  • Potenza: 224 CV
  • Peso: 1.750 kg
  • Emissioni CO2: 22 g/km
  • Prezzo di listino: da 42.850 euro
  • Con incentivo senza rottamazione: 40.850 euro
  • Con incentivo + rottamazione: 38.850 euro

Malgrado sia cresciuto nelle dimensioni al punto da diventare uno dei più generosi tra i SUV compatti, Ford Kuga ha raggiunto un notevole livello di efficienza. I prezzi concorrenziali fanno rientrare nell'incentivo l'intera gamma della versione ibrida plug-in, che arriva a un po' più di 47.000 euro di listino.

Mercedes A 250 e

Mercedes-Benz Classe A 250e
  • Consumi dichiarati: 1 l/100 km
  • Potenza: 218 CV
  • Peso: 1.560 kg
  • Emissioni CO2: 22 g/km
  • Prezzo di listino: da 46.057 euro
  • Con incentivo senza rottamazione: 44.057 euro
  • Con incentivo + rottamazione: 42.057 euro

A parità di motorizzazione, la Mercedes Classe A fa paradossalmente un po' meno bene della sua partente stretta la CLA, per ragioni puramente aerodinamiche (infatti la A Sedan, pir meno diffusa, ha valori più vicini alla coupé). Questa posizione andrebbe in realtà condivisa anche con la Classe B 250 e, che dichiara 25 grammi pur allineandosi a un consumo di 1 litro ogni 100 km e parte da 43.878 euro

Audi A3 Sportback

Audi A3 Sportback
  • Consumo dichiarato: 1 l/100 km
  • Potenza: 204 CV
  • Peso: 1.635 kg
  • Emissioni CO2: 24 g/km
  • Prezzo di listino: da 41.450 euro
  • Con incentivo senza rottamazione: 39.450 euro
  • Con incentivo + rottamazione: 37.450 euro

La Audi A3 Sportback offre in realtà ben 2 versioni TFSI e, quella base da 204 CV e quella potenziata da 245 CV che hanno valori simili e tutti e due rientranti nei limiti dell'incentivo, con autonomia elettrica di che va da 60 a 68 km circa. La pù potente cosa qualcosa più di 48.000 euro.

Skoda Octavia 1.4 TSI iV

Nuova Skoda Octavia Wagon - Auto del mese
  • Consumo dichiarato: 1l/100 km
  • Potenza: 204 CV
  • Peso: 1.608 kg
  • Emissioni CO2: 25 g/km
  • Prezzo di listino: da 37.000 euro
  • Con incentivo senza rottamazione: 35.000 euro
  • Con incentivo + rottamazione: 33.000 euro

Sempre generosa, nelle misure come nell'abitabilità, la Skoda Octavia sfrutta bene la piattaforma e il powertrain ma soprattutto conserva un prezzo che la fa rientrare largamente negli incentivi intutte le versioni, berlina e wagon, anche nella variante RS da 245 CV che costa poco più di 41.000 euro.

Peugeot 308 Hybrid

Peugeot 308 Hybrid
  • Consumo dichiarato: 1l/100 km
  • Potenza: 181 CV
  • Peso: 1.678 kg
  • Emissioni CO2: 23 g/km
  • Prezzo di listino: da 36.750 euro
  • Con incentivo senza rottamazione: 34.750 euro
  • Con incentivo + rottamazione: 32.750 euro

La terza generazione della compatta francese Peugeot 308 è la prima ad offrire l'ibrido e grazie ala piattaforma evoluta anche una delle migliori sul mercato, come dimostrano i dati. La nuova versione del sistema Hybrid depotenziata a 180 CV complessivi è quella che ottiene i valori migliori, ma anche quella da 225 CV ci rientra in pieno sia per emissioni sia per prezzi.

Curiosamente la quasi-gemella Opel Astra ha un valore omologato di 1,1 litri, che la posiziona un po' più in basso in questa classifica.

Skoda Superb 1.4 TSI e

Skoda Superb Wagon iV
  • Consumo dichiarato: 1/100 km
  • Potenza: 218 CV
  • Peso: 1.730 kg
  • Emissioni CO2: 33 g/km
  • Prezzo di listino: da 39.400 euro
  • Con incentivo senza rottamazione: 37.400 euro
  • Con incentivo + rottamazione: 35.400 euro

Lunga oltre 4,8 metri, la Skoda Superb è una delle medie abbordabili con la maggiore efficienza, considerando che rispetto alle sorelle (poco) minori Octavia e Octavia Wagon iV ha anche qualche CV in più. Di nuovo, i benefici sono accessibili all'intera gamma ibrida plug-in di berlina e wagon.

Kia Sportage PHEV

Kia Sportage ibrida plug-in
  • Consumo dichiarato: 1,1 l/100 km
  • Potenza: 265 CV
  • Peso: 1.980 kg
  • Emissioni CO2: 26 g/km
  • Prezzo di listino: da 43.950 euro
  • Con incentivo senza rottamazione: 41.950 euro
  • Con incentivo + rottamazione: 39.950 euro

In arrivo nella seconda parte dell'anno, anche se già in listino, Kia Sportage nella nuova versione plug-in è il vero fenomeno in questa graduatoria, perché offre una delle potenze più alte (la più alta dopo Toyota RAV4) e a fronte di un peso che sfiora le 2 tonnellate riporta uno dei risultati migliori. Il listino, pur salito rispetto al passato, resta ancora nei limiti di godimento degli incentivi con tutte le versioni.

Fotogallery: Foto - Incentivi 2022, la top 10 dei modelli plug-in