Annunciata la squadra Stellantis che per la Casa del Biscione comprende i transalpini Imparato e Ploué

Stellantis è un dato di fatto, allo stesso modo il suo management. Profili noti al periodo FCA, altri derivati dall'esperienza PSA. Una squadra voluta da Tavares che avrà il compito di far decollare le vendite di un Gruppo che sarà tra i principali protagonisti del mercato.

Un team certamente eterogeneo, pur rimanendo a favore della madre patria francese. Vediamo nel dettaglio i ruoli chiave strettamente legati ai marchi già parte dell'universo FCA, in particolare ad Alfa Romeo che è il brand più bisognoso di rilancio

Lo stile al padre della Twingo

Il ruolo di capitano del design è stato affidato alle mani di Jean-Pierre Ploué. Dopo un passato che lo ha visto militare in brand come Volkswagen, Renault e Ford, entra a far parte del Gruppo PSA nel 2000, dove successivamente ricopre la carica di Direttore del design di Citroën.

Jean-Pierre Ploué
Jean-Pierre Ploué

Sono gli anni in cui i suoi cavalli di battaglia sono rappresentati dalla seconda generazione di C5, dalla C6 e dalla DS 3, prima che diventasse un marchio a sé stante. Ma l'auto più celebre di Ploué rimane certamente la prima Renault Twingo, masterpiece tra le citycar anni '90.

Nel 2008 diventa responsabile del design del Gruppo PSA. A lui pochi anni prima si deve l'idea della linea di prodotti DS, poi sfociata nel marchio premium a partire dal 2014. Nel 2010 diventa Chief Design della strategia creativa, mentre nel 2016 passa a Senior Vice President Design di Groupe PSA. In Stellantis sarà a capo dello stile dei brand Abarth, Alfa Romeo, Citroen, DS, Fiat, Lancia, Opel, Peugeot, e Vauxhall.

Il CEO Peugeot ad Alfa Romeo

Il nome di Jean-Philippe Imparato è noto alle cronache nazionali, essendo stato poco più di dieci anni fa il responsabile vendite presso la filiale italiana di Citroen. In realtà l'intera carriera di Imparato, trascorsa quasi esclusivamente in PSA, è stata costellata da numerose esperienze all'estero.

Jean-Philippe Imparato
Jean-Philippe Imparato

Nel 2003 era stato nominato vicepresidente con la carica di responsabile della qualità nella joint venture tra Dongfeng e Peugeot-Citroen Automobiles, nata nel 1992, e poi diventata successivamente PSADFM, con sede a Wuhan, in Cina.

All'inizio del 2010, Jean-Philippe è stato nominato Direttore di Peugeot International Operations, poi Direttore delle attività di vendita e marketing in Europa nel 2012. Nel settembre 2016 diventa Vicepresidente esecutivo e Ceo del marchio Peugeot.

Alfa Romeo bisognosa di rilancio

Oggi Imparato sarà il "capitano" di Alfa Romeo. Certamente è il brand da cui ci si attende di più non solo dal punto di vista commerciale, viste le attese degli appassionati. Le novità più imminenti dovrebbero arrivare sotto forma di SUV, in primis la Tonale.

Fotogallery: Alfa Romeo Tonale

A seguire ci dovrebbe essere un secondo Sport Utility Vehicle dal taglio compatto, probabilmente denominato Brennero. Vettura che sarà prodotta presso gli stabilimenti polacchi. E poi ovviamente il 2021 sarà l'anno del restyling di Giulia e Stelvio.

Continuità in casa Fiat e Abarth

Da qui in avanti la squadra di Tavares si affida a uomini che conoscono profondamente le dinamiche del Gruppo FCA. Ecco perché a tenere le redini dei brand di cui sopra ci pensa un personaggio che da tempo li "maneggia". Sarà infatti Olivier François a portare avanti la direzione di Fiat e Abarth. Due brand strategici soprattutto a livello europeo.

Olivier François
Olivier François

Prima di entrare in Fiat nel 2005, François ha ricoperto ruoli di crescente responsabilità in Citroën. Da gennaio 2009 a marzo 2013 è stato a capo marketing e comunicazione di Fiat Group Automobiles, coordinando le attività di comunicazione di tutti i brand. Nell'ottobre 2009, François diventa poi presidente e amministratore delegato di Chrysler Automobiles.

Successivamente viene nominato Responsabile del marchio Fiat e Chief Marketing Officer, e diventa membro del Group Executive Council (GEC) il 1 settembre 2011. Oggi è al timone di Fiat e Abarth in Stellantis.

Lancia (dovrebbe) diventare di lusso

Nella classificazione dei brand all'interno di Stellantis, Lancia rientra in quella "porzione" definita Premium, insieme a DS e ad Alfa Romeo. Anche in questo caso la scelta è ricaduta su di un profilo conosciuto sin dai tempi di FCA, ovvero Luca Napolitano. Unico italiano di questa selezione.

Luca Napolitano
Luca Napolitano

Dopo aver lavorato nell'organizzazione commerciale di Ford Italia, entra a far parte del Gruppo Fiat nel 2000 come Business Management Manager, ricoprendo ruoli di crescente responsabilità.

Nel 2017 Napolitano è stato nominato Head of Brand Fiat & Abarth per la regione EMEA, in qualità di Responsabile del marchio Fiat in EMEA dal 2015. Oggi gli spetta uno dei compiti più difficili, riportare alla ribalta il brand Lancia.