Il nuovo 6 marce punta ad una sportività confortevole

Pensata proprio per chi da una berlina sportiva cerca anche il comfort, arriva sul mercato l'Opel Insignia OPC con cambio automatico, disponibile sia sulla carrozzeria a 4 porte che sulla familiare Sports Tourer. Oltre al cambio manuale a 6 marce è ora possibile abbinare un automatico 6 rapporti al V6 turbo di 2,8 litri e 325 CV, sempre in combinazione con la trazione integrale. La nuova trasmissione automatica sfrutta un classico convertitore di coppia, connesso però al sistema meccatronico FlexRide che adatta l'assetto e altre funzioni di guida alle scelte del pilota.

REGOLABILE SU TRE SETTAGGI

L'Opel Insignia OPC automatica ha tre possibilità di regolazione: la modalità standard è adatta alla guida di tutti i giorni e offre il massimo del comfort, il settaggio Sport irrigidisce le sospensioni e rende più reattivo lo sterzo, mentre scegliendo la modalità OPC si può contare sull'assetto ad alte prestazioni, sullo sterzo diretto e su di un acceleratore dalla risposta ancora più rapida. Il passaggio di marcia sia in accelerazione che in scalata è ottimizzato per le caratteristiche sportive della versione OPC, vicino al fuorigiri in un caso e in rapida sequenza durante le frenate più potenti.

SPORTIVA AUTOMATICA

Rispetto alla Insignia OPC con cambio manuale, la nuova automatica vanta prestazioni solo leggermente inferiori, come dimostrano i 6,3 secondi per passare da 0 a 100 km/h (6,6 secondi la Sports Tourer). La velocità massima è invariata a quota 250 km/h e i consumi fanno segnare un dato combinato di 10,7 l/100 km che passa a 11,0 l/100 km nel caso della Sports Tourer (CO2 pari a 251 e 259 g/km). La nuova versione è destinata anche al nostro mercato ed entro breve saranno comunicati i prezzi per l'Italia.

Opel Insignia OPC automatica

Foto di: Fabio Gemelli