La mappa italiana dei bonus ed esenzioni per le auto elettrificate, dalle mild hybrid alle plug-in

Con l'ingresso nei listini della Fiat Panda mild hybrid si allarga la possibilità di guidare un'auto elettrificata (anche se in versione "leggera") e di godere di incentivi regionali, esenzioni del bollo auto e altre agevolazioni locali. In realtà le auto ibride sono tante e diverse sia come tecnologia che come riduzione di consumi ed emissioni.

Al vertice della classifica "ecologica" ci sono le ibride plug-in ricaricabili alla spina, seguite dalle full hybrid che percorrono alcuni chilometri in modalità elettrica per migliorare l'efficienza e infine le mild hybrid che sfruttano un piccolo motore elettrico (impianto a 12 o 48 volt) per ridurre il bisogno di carburante, con un risparmio per costruttore e cliente.

Incentivi regionali per tutte le ibride

Pochi sanno però che anche le auto mild hybrid e full hybrid godono in molte regioni degli stessi incentivi e agevolazioni riservate alle ibride in generale, senza però rientrare nei limiti di CO2 previsti dall'Ecobonus statale che invece spetta alle auto ibride plug-in.

Suzuki Ignis restyling (2020)
Suzuki Ignis (Mild Hybrid)
Ford Kuga
Ford Kuga (Plug in Hybrid)
Toyota Yaris vs Yaris Cross
Toyota Yaris (Full Hybrid)

Per fare un quadro chiaro e aggiornato della situazione incentivi, agevolazioni ed esenzioni bollo auto vogliamo riassumere tutti gli sconti e bonus auto ibride regione per regione, includendo anche le province e i comuni che offrono questo tipo di vantaggio agli automobilisti. Come detto, molte regioni, ma non tutte, prevedono l'esenzione del bollo per le auto ibride, ma si tratta di un'esenzione temporanea che scade dopo alcuni anni, variabili a seconda della regione. La discriminante per ottenere questi sconti è ovviamente la residenza dell'acquirente o dell'utilizzatore finale in caso di leasing.

Gli incentivi regionali

Partiamo proprio dagli incentivi regionali riservati alle auto ibride full hybrid, mild hybrid e plug-in (queste ultime già interessate da Ecobonus statale e forti sconti all'acquisto in molte regioni). Alcuni governatori, per il momento pochi, hanno infatti dato il via libera agli incentivi all'acquisto delle auto ibride non ricaricabili, in particolare quelli di Emilia-Romagna e Friuli Venezia Giulia.

  Incentivo Acquisto
Emilia-Romagna Fino a un massimo di 191 euro all'anno per tre anni Auto nuova con alimentazione ibrida (benzina/elettrica, gasolio/elettrica, benzina/idrogeno)
Friuli Venezia Giulia 4.000 euro Auto nuova o km 0 ibrida (≤ 4.000 cc, Euro 6)
Con rottamazione di auto a benzina o diesel Euro 0, 1, 2, 3, 4
" 2.000 euro Auto usata ibrida immatricolata da meno di 2 anni (≤ 4.000 cc, Euro 6)
Con rottamazione di auto a benzina o diesel Euro 0, 1, 2, 3, 4
Comune di Milano
Fino a 6.000 euro
(contributo pari al 60% del costo totale, esclusi IVA e messa in strada)
auto ibrida benzina/elettrico o diesel/elettrico
Con rottamazione auto a benzina fino a euro 2 incluso o diesel fino a euro 5 incluso

I residenti in Emilia-Romagna ricevono 191 euro all'anno per tre anni (una sorta di rimborso del bollo di un'auto media), mentre friulani e giuliani possono ottenere ben 4.000 euro. A questi si aggiunge poi il caso, unico a livello nazionale, del Comune di Milano che ha promesso per i prossimi acquirenti di un'auto ibrida un contributo di ben 6.000 euro.

Dove non si paga il bollo auto

Molto diffuso su tutto il territorio nazionale è poi l'esenzione del bollo auto riservata anche alle auto ibride, oltre ad elettriche, GPL e metano. Praticamente in 14 su 20 regioni italiane il bollo sulle auto ibride non si paga, compreso quello delle mild hybrid come Fiat Panda, Suzuki Swift o le full hybrid come la Toyota Corolla o la Hyundai Kona Hybrid, solo per fare alcuni esempi.

Il pagamento del bollo è sospeso per alcuni anni, dopo di che il pagamento può essere ridotto per le auto ibride, ma occorre fare attenzione perché alcune regioni garantiscono l'esenzione solo alle ibride benzina/elettrico e non alle gasolio/elettrico, escludendo tutte le ibride diesel.

  Alimentazione auto ibrida Esenzione bollo auto Riduzione successiva bollo
Abruzzo benzina 2 anni (+primo periodo fisso) -
Basilicata benzina, diesel 5 anni -
Calabria - - -
Campania benzina 2 anni (+primo periodo fisso)  
Emilia-Romagna - - -

Friuli Venezia Giulia

- - -
Lazio benzina 2 anni (+primo periodo fisso) -
Liguria benzina, diesel 4 anni (+primo periodo fisso) -
Lombardia benzina
(≤ 2.000 cc, Euro 5 o Euro 6)
Con rottamazione
3 anni 50% per il 4° e 5° anno
Marche benzina, diesel 5 anni (+primo periodo fisso) -
Molise - - -
Piemonte benzina
(potenza ≤ 100 kW)
5 anni dall'immatricolazione -
Puglia benzina, diesel 5 anni (+primo periodo fisso) 75%
Sardegna - - -
Sicilia - - -
Toscana - - -
Trentino-Alto Adige
Provincia di Bolzano
benzina, diesel 3 anni -
Trentino-Alto Adige
Provincia di Trento
benzina 5 anni -
Umbria - - -
Valle d'Aosta benzina, diesel 4 anni (+primo periodo fisso) -
Veneto benzina, diesel 3 anni dall'immatricolazione -

Strisce blu gratis solo in alcune città

Da ricordare è anche il fatto che in molte città, soprattutto le più grandi, si aggiunge il parcheggio gratis sulle strisce blu per le auto ibride, ma le regole cambiano a livello locale e quindi consigliamo di visitare il sito del proprio comune di residenza.

Auto elettriche a Reggio Emilia, accesso ZTL, strisce blu e altre agevolazioni

Si tratta di un vantaggio economico non da poco, soprattutto per chi lavora in centro città o utilizza spesso il parcheggio a pagamento su strada.

Fa fede il libretto

Quello che ci dice se un'auto è ibrida o no è sempre e solo la carta di circolazione dell'auto, il famoso libretto. Basta infatti leggere il riquadro 2 (quello in alto a destra) e scorrere fino al rigo (P.3) dell'alimentazione per scoprire se la dicitura è proprio "ibrido". Questa scritta è uguale per tutte le auto ibride, siano plug-in, full hybrid o mild hybrid.

Auto ibride, incentivi regionali ed esenzione bollo

C'è poi un ulteriore dato, utile per stabilire se l'auto è alimentata a benzina o a gasolio e quindi se ricade o meno nella lista delle auto beneficiate dall'esenzione bollo di diverse regioni. Occorre in questo caso controllare il riquadro 3 (in basso a sinistra) e trovare quale delle indicazioni compare: "alimentazione benz" o "alimentazione gasol".