BMW ha appena diffuso le prime immagini ufficiali della BMW Serie 1 del 2025. Sebbene abbia un nome in codice interno diverso (F70), la vettura appena presentata è un profondo facelift della F40 svelata nel maggio 2019. Di conseguenza, questa hatchback premium continua a basarsi sulla piattaforma UKL2 con il consueto powertrain a trazione anteriore.

Dopo cinque anni di presenza sul mercato con risultati di vendita relativamente mediocri, il marchio tedesco vuole dare alla Serie 1 un po' di energia in più per affrontare meglio i prossimi anni. È un po' come ha fatto BMW con la X5 F15, che è stata posizionata come la terza generazione di questo SUV, ma ha utilizzato lo stesso telaio, il passo e l'abitacolo della E70, alias la seconda generazione. Questo tipo di aggiornamento mira a stimolare le vendite in calo di un prodotto maturo e a risparmiare i costi di sviluppo della creazione di una nuova generazione.

La domanda che ci si pone ora è se ci sarà una Serie 1 di nuova generazione una volta terminato il ciclo di vita di quella attuale (E70 e F70). In base all'analisi dell'andamento delle vendite negli ultimi 12 anni, sembra che le probabilità siano basse. E questi sono i motivi.

1. È una hatchback

Sebbene l'Europa acquisti ancora le hatchback, questo tipo di auto è condannato finché Cina e Stati Uniti si rifiutano di acquistarle. Un marchio globale come BMW, con prodotti globali, non può fare molto senza i due maggiori mercati del mondo. I marchi premium basano la loro redditività sulla produzione di auto che hanno un appeal globale e un potenziale in tutto il mondo. Questa è una delle chiavi del successo dei tre marchi premium tedeschi: proporre modelli che possono essere facilmente venduti ovunque. La Serie 1 non è disponibile né in Cina né negli Stati Uniti. Questo fatto rilevante potrebbe spiegare perché il marchio ha deciso di apportare un profondo lifting ora e di ritardare un'eventuale prossima generazione.

BMW Serie 1 restyling 2024 (F70)

BMW Serie 1 restyling 2024 (F70)

2. Costi di elettrificazione

Finora la strategia EV del BMW Group ha funzionato bene. L'anno scorso è stato il sesto marchio BEV più venduto al mondo, dietro a Tesla e BYD, altre due aziende cinesi minori, e al marchio Volkswagen. BMW è davanti a grandi marchi mainstream come Toyota, Hyundai, Ford e persino a Mercedes. Ma se si guarda con attenzione alla sua attuale offerta di BEV, ci si rende conto che la Serie 1 è uno dei pochissimi prodotti a non essere offerto con una versione elettrica, come la Serie 3 e i3, la Serie 4 e i4, la Serie 5 e i5, la Serie 7 e i7, la X1 e iX1, la X2 e iX2, la X3 e iX3 e la X5 e iX. Il motivo? Lo sviluppo di una versione elettrica dedicata delle Serie 1 e 2 potrebbe essere troppo costoso, considerando che si tratta di segmenti più sensibili al prezzo.

motor1-numbers Vedi tutte le notizie su Motor1 Numbers

3. C'è la X1

Infine, la minaccia più grande per la futura esistenza della BMW Serie 1 non è l'Audi A3 o la Mercedes Classe A, ma la BMW X1. Finora, i due modelli hanno convissuto abbastanza bene. Prima BMW ha introdotto la Serie 1 di prima generazione nel 2004. Poi è stata la volta della X1 di prima generazione nel 2009. Tuttavia, l'equilibrio ha iniziato a cambiare dopo l'introduzione della seconda generazione di X1 nel 2015.

La BMW Serie 1sta perdendo la sfida contro la X1?

Consegne globali

*Escluse Coupé e Cabrio - **Incluse le iX1

Fino a quell'anno, la Serie 1 aveva sempre superato le vendite della X1. Ma dal 2016 le correlazioni sono cambiate e il SUV è sempre stato in testa a scapito di un minor numero di vendite. Infatti, la terza generazione della Serie 1, introdotta nel 2019, ha venduto molto meno delle due precedenti.

Top 10 dei mercati

Vendite della BMW Serie 1 per mercato nel 2023

      Variazione sul 2022
1 Regno Unito 22.855 +64%
2 Germania 20.678 +18%
3 Cina* 15.944 -37%
4 Francia 10.549 +29%
5 Italia 9.038 +33%
6 Belgio 5.921 +54%
7 Spagna 4.562 +21%
8 Giappone 3.118 -10%
9 Portogallo 2.799 +29%
10 Paesi Bassi 1.808 -2%

*corrisponde alla versione sedan, sviluppata solo per la Cina

Sarà il tempo a dire se BMW continuerà o meno a produrre la Serie 1. Tuttavia, è evidente che il pubblico ha una chiara preferenza tra la Serie 1 e la sua sorella SUV, la X1, anche se quest'ultima è solitamente più costosa della prima.

L'autore dell'articolo, Felipe Munoz, è Automotive Industry Specialist di JATO Dynamics.