-46,1% a gennaio 2019, ma la situazione sta per sbloccarsi col ritorno delle TGI del Gruppo Volkswagen

Il 2018 era iniziato molto bene per l’auto a metano, con numeri di vendita che in Italia puntavano al raddoppio rispetto al 2017, ma da settembre la tendenza si è invertita verso un crollo delle immatricolazioni. Per quale motivo le auto a metano non si vendono più? Cosa c’è dietro questa fuga dai modelli alimentati a gas naturale?

Nel solo mese di gennaio 2019 le immatricolazioni di auto a metano si sono praticamente dimezzate rispetto allo stesso mese del 2018 (-46,1%), una tendenza al ribasso iniziata dopo il boom dei primi otto mesi 2018.

Un anno di auto a metano in Italia

Mese Immatricolazioni Immatricolazioni anno precedente Variazione % Quota di mercato
Gennaio 2019 1.734 3.219 -46,1% 1,0%
Dicembre 2018 1.421 2.835 -49,9% 1,1%
Novembre 2018 1.940 3.286 -41,0% 1,3%
Ottobre 2018 1.189  3.184 -62,7% 0,8%
Settembre 2018 1.220 3.274 -62,7% 1,0%
Agosto 2018 1.657 1.591 +4,1% 1,8%
Luglio 2018 3.322 1.980 +67,8% 2,2%
Giugno 2018 4.952 2.695 +83,7% 2,8%
Maggio 2018 5.506 2.664 +106,7% 2,8%
Aprile 2018 4.118 1.989 +107,0% 2,4%
Marzo 2018 4.506 3.523 +27,9% 2,1%
Febbraio 2018 4.287 2.636 +62,6% 2,3%
Gennaio 2018 3.209 3.101 +3,5% 1,8%
Totale 37.327 32.758 +13,9% 1,9%

FCA e Volkswagen a listini ridotti

Le cause sono diverse e riconducibili ad una temporanea riduzione della produzione e dell'offerta. Il nostro mercato soffre soprattutto la penuria di modelli di FCA e gruppo Volkswagen, due dei Costruttori più impegnati sul fronte del gas naturale, che al momento puntano solo su Panda Natural Power e sulle tre piccole Volkswagen up!, Seat Mii e Skoda Citigo a metano.

Volkswagen Polo 1.0 TGI

Il peso del Gruppo Volkswagen

In pratica accade che gli automobilisti italiani hanno imparato ad apprezzare le moderne vetture a gas naturale, quelle che garantiscono grandi economie di viaggio e prestazioni brillanti coi motori turbo, ma alcune delle auto a metano più interessanti non sono più a listino.

Parliamo ad esempio della Fiat Punto Natural Power (oltre alla 500L 0.9 Twinair Natural Power) che non è più prodotta e venduta o delle Volkswagen Golf 1.4 TGI e Polo 1.0 TGI, regine delle vendite a metano fino a luglio 2018. Nel primo caso si tratta di un vero e proprio addio ad un modello molto popolare e apprezzato anche con alimentazione a metano, mentre per le due tedesche la situazione di stallo sta per risolversi a breve. Non più in vendita sono anche le Audi a metano, dalla A3 Sportback g-tron fino alle A4 Avant g-tron e A5 Sportback g-tron.

Per capire però qual è il peso del gruppo tedesco sul totale delle vendite di auto a metano in Italia è necessario vedere i dati delle immatricolazioni negli ultimi anni. Nel solo 2018 il Gruppo Volkswagen, come potete leggere dalla tabella qui sotto ha raggiunto il 66% del mercato, ovvero due auto su tre a metano vendute in Italia.

Vendite modelli a metano del Gruppo Volkswagen

  2016 2017 2018
Audi A3 Sportback 1.4 TFSI g-tron 1.340 700 766
Audi A4 Avant 2.0 TFSI g-tron - 152 258
Audi A5 Sportback 2.0 TFSI e-tron - 74 106
Seat Ibiza 1.0 TGI - 69 1.699
Seat Leon 1.4 TGI 795 817 434
Seat Leon ST 1.4 TGI 697 583 579
Seat Mii 1.0 ecofuel 726 455 360
Skoda Citigo 1.0 G-Tec 395 304 339
Skoda Octavia 1.4 TSI G-Tec 149 216 144
Skoda Octavia Wagon 1.4 TSI G-Tec 1.859 2.961 2.151
Volkswagen Caddy 1.4 TGI 568 544 768
Volkswagen Golf 1.4 TGI 7.982 5.280 6.470
Volkswagen Golf Variant 1.4 TGI 1.330 658 900
Polo 1.0 TGI - 576 5.888
Up! 1.0 eco 3.117 3.772 4.022
Totale 18.958 17.161 24.884

Omologazioni WLTP, boom di auto a benzina e non solo

Alla base di questi temporanea mancanza di auto a metano nei listini ci sono infatti diversi fattori concomitanti. In primo luogo ci sono i tempi tecnici di adeguamento e omologazione alle nuove norme WLTP, ma anche la volontà di trasformare i modelli a metano da bifuel a monofuel (o monovalenti), cioè con piccoli serbatoi di benzina (entro i 15 litri) che in Italia garantiscono una riduzione del 75% del bollo.

Per questo motivo sono pronti a ripopolare le concessionarie le varie Seat Ibiza 1.0 TGI, Seat Arona 1.0 TGI e Volkswagen Polo 1.0 TGI, tutte in versione monofuel. Una terza e non meno importante causa dello stop alle auto a metano è da ricercare nel boom di richieste per le motorizzazioni a benzina a seguito della generale “caccia ai Diesel”; questo ha portato a dare priorità alle auto a benzina sulle linee produttive e a porre un limite alla produzione di quelle a metano.

Volkswagen Polo 1.0 TGI

L'atteso ritorno del Gruppo Volkswagen

A confermare l’impegno del Gruppo Volkswagen nelle versioni a metano ci sono già due modelli monofuel presenti nei listini Seat e Skoda. Si tratta della Seat Leon e Leon ST 1.5 TGI e Skoda Octavia Wagon 1.5 G-TEC, tutte col nuovo motore da 130 CV e cambio automatico DSG doppia frizione a 7 marce. Per quanto riguarda la nuova Volkswagen Golf 8, attesa al debutto in estate, è facile immaginare la presenza in gamma di una versione a metano dotata dello stesso 1.5 da 130 CV, magari non proprio dal lancio.

Le altre auto a metano nei listini

Ricordiamo che al momento il mercato delle auto a metano include la monofuel Opel Astra 1.4 Turbo 110cv EcoM, anche con carrozzeria familiare Sports Tourer, la Lancia Ypsilon 0.9 TwinAir 70 CV Ecochic e le Fiat Doblò e Qubo. A queste si aggiungono poi tutti i SUV e crossover DR a metano, versioni bifuel di DR 3, DR 4, DR 5 e DR 6 con motori 1.5, 1.5 turbo e 1.6 da 106 a 152 CV.

Fotogallery: Volkswagen Polo 1.0 TGI