Tariffe, scadenze e modalità di pagamento della tassa automobilistica nella regione lucana

La tassa di circolazione, che in realtà si paga per il possesso dell'auto più che il suo utilizzo, dovuta in tutto il Paese. Importi, scadenze e modalità del cosiddetto bollo auto sono però leggermente differenti tra le varie regioni o province autonome, in quanto si tratta di un tributo locale e dunque tocca alla regione o alla provincia autonoma stabilirli nel dettaglio.

Il nostro ciclo di approfondimenti sulle modalità di pagamento nelle varie regioni tocca stavolta la Basilicata, dove per versare il bollo ci sono diverse opzioni, dai classici intermediari fisici diffusi sul territorio regionale, come tabaccai e uffici postali, a servizi di pagamento online, per esempio Bollonet di ACI.

Indice:

Calcolo bollo auto

Per ottenere l'importo da pagare occorre moltiplicare i kW di potenza riportati nel libretto (alla voce P.2) per la tariffa fissata a seconda della classe di emissioni in cui l'auto rientra, con un importo fino a 100 kW e uno un po' più alto per tutti i kW che superano tale potenza. Ecco tariffario 2021 (scaricabile anche qui), senza dimenticare che volendo si può anche utilizzare il servizio online di ACI:

Classe ambientale Fino a 100 kW di potenza Oltre i 100 kW di potenza
Euro IV, V e VI 2,58 €/kW 3,87 €/kW
Euro III 2,70 €/kW 4,05 €/kW
Euro II 2,80 €/kW 4,20 €/kW
Euro I 2,90 €/kW 4,35 €/kW
Euro 0 3,00 €/kW 4,50 €/kW

Occorre poi ricordare che per chi sceglie il pagamento frazionato anziché annuale gli importi sono leggermente superiori.

Quando si deve pagare il bollo

Il bollo è una tassa di possesso che in Basilicata, come nel resto d’Italia, è dovuta da tutte le persone che risultano essere proprietarie o locatarie utilizzatrici, in caso di prestito a lungo termine, di un’autovettura iscritta al Pubblico Registro Automobilistico (PRA).

La prima rata della tassa auto va versata entro la fine del mese di immatricolazione del veicolo, o entro la fine di quello successivo se questa avviene negli ultimi 10 giorni del mese, con rinnovo ogni dodici mesi: le quote successive vanno versate entro il termine del mese successivo alla scadenza.

Le regole per il pagamento del bollo differiscono comunque in base alle differenti categorie di veicoli e conducenti: esistono degli sconti e delle esenzioni per persone con disabilità, vetture ecologiche, di particolare interesse storico. Per esempio, i veicoli ultratrentennali sono soggetti alla sola tassa di circolazione, di importo annuale forfettario pari a 25,82 euro per gli autoveicoli e a 10,33 euro per i motoveicoli.

Per maggiori informazioni si può visitare la pagina del portale ACI dedicata alla Regione Basilicata, alla voce “Riduzioni ed Esenzioni”. Per non dimenticarsi di versare la quota del bollo è possibile registrarsi gratuitamente al servizio “Ricorda La Scadenza” di ACI, che avvisa quando arriva il momento di effettuare il pagamento.

Pagamento tramite sportelli o intermediari

Anche in Basilicata, come nel resto del Paese, per saldare la quota del bollo è possibile rivolgersi a uno degli intermediari fisici sparsi sul territorio regionale. In particolare, è possibile rivolgersi a: Delegazioni ACI o altre Agenzie di Pratiche Auto autorizzate (Sermetra, Isaco, PTAvant, Stanet, Agenzia Italia Net Service), tabaccai abilitati e punti vendita lottomatica, enti convenzionati Banca 5, sportelli postali o degli istituti di credito abilitati.

Tutti questi intermediari si appoggiano comunque alla piattaforma pagoPA (dallo scorso anno unico canale di pagamento nei confronti della pubblica amministrazione), presso cui devono essere accreditati come Prestatori di Servizi di Pagamento (PSP). Solitamente all’importo del bollo è applicata una commissione di pochi euro, con costi diversi a seconda dell'intermediario scelto.

Pagamento via internet tramite pagoPA

Il versamento della quota del bollo può avvenire anche via internet, sempre attraverso canali che si appoggiano alla piattaforma pagoPA. Chi opta per questo metodo di pagamento può utilizzare il servizio Bollonet di ACI oppure sfruttare i servizi di homebanking messi a disposizione dagli istituti di crediti abilitati come PSP. Anche in caso di pagamento via internet si può incorrere in commissioni di importo diverso a seconda del canale scelto per effettuare il versamento.

In sintesi

Per pagare il bollo in Basilicata sono disponibili diverse modalità di pagamento, riassunte in questo schema:

A) Sportelli o intermediari

  • Delegazioni ACI e altre agenzie di pratiche auto (Sermetra, Isaco, PTAvant, Stanet; Agenzia Italia Net Service)
  • sportelli e ATM degli istituti bancari accreditati (PSP aderenti alla piattaforma pagoPA)
  • uffici di Poste Italiane
  • tabaccherie e punti vendita Lottomatica
  • esercizi convenzionati Banca 5

B) Via internet (pagoPA)

  • Bollonet di ACI
  • homebanking (Istituti di Credito e di Poste Italiane purché aderenti alla piattaforma pagoPA)

Come pagare il bollo nelle varie regioni